Tonic è rimasto solo in età da pensione

A fine novembre è finito in canile, come rinuncia di proprietà, proprio nell’età in cui avrebbe avuto più bisogno di una famiglia. Tonic, 12 anni, dolcissimo simil segugio dal manto imbiancato dal trascorrere del tempo, non si è lasciato sopraffare dal dolore e, fin dal primo giorno all’interno della struttura, ha subito messo a nudo tutta la sua dolcezza. Docile e affettuosissimo con chiunque, adulti o bambini, anche se è in età da pensionamento è ancora molto agile e scattante. Quando sente qualcuno avvicinarsi vicino al suo box, balza in piedi e corre verso l’entrata per accogliere il visitatore di turno con entusiasti, incessanti scodinzolii. Purtroppo, fino ad ora, Tonic è rimasto invisibile agli occhi di chiunque abbia visitato la struttura. Nessuno ha mai considerato di sceglierlo come compagno di vita lasciandosi condizionare dalla sua età anagrafica. Come se fosse un numero e non un essere vivente che brama la compagnia delle persone.

Ancora pieno di vitalità e voglia di vivere, Tonic farebbe invece la felicità di chiunque non si lasci demotivare dalla sua età anagrafica. Si può affermare senza retorica che gli basterebbe davvero poco per renderlo felice. Qualche carezza, una cuccia morbida e, sopratutto, la compagnia dell’uomo sono già sufficienti per convincerlo a scodinzolare incessantemente. Le sue fragili ossicine avrebbero bisogno di soffici cuscini sui quali dormire e di inverni al caldo. Il canile, è, dunque un posto diametralmente opposto a quelli che sono i suoi bisogni. Non lasciamo che il canile sia per lui un punto di arrivo ma, piuttosto, di partenza per una seconda, meravigliosa, vita.

Perfetto anche per chi ha una famiglia composta già da altri cani, con i quali Tonic non esiterebbe a stringere amicizia, per conoscerlo oppure ricevere maggiori dettagli contattare il 349 5259097.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui