Terrazza dolce vita, un successo per il Grand Hotel

Si è conclusa ieri la seconda edizione di Terrazza Dolce Vita, il ciclo di salotti en plen air nati da un’idea di Simona Ventura e Giovanni Terzi ed ospitati nel giardino del Grand Hotel di Rimini. L’iniziativa si congeda da questa seconda edizione con la soddisfazione di aver registrato, in ogni appuntamento tra il 30 luglio e il 10 agosto, una platea quasi sempre al completo. A dialogare con Terzi e Ventura sono stati tanti ospiti illustri: ha inaugurato, in contemporanea con il weekend clou della Pink Week/Notte Rosa, un ironico Fausto Leali che, strizzando l’occhio alla trap, ha parlato di musica e di energia. Contagiosa anche l’energia di Bobby Solo, che ha fatto cantare la platea sulle note dei suoi successi e di quelli del suo idolo, Elvis. E poi ancora musica con Tricarico, che ha firmato la colonna sonora del docufilm che segna l’esordio di Simona Ventura alla direzione cinematografica e che, nel salotto riminese, ne ha raccontato la genesi.
Settima arte che è stata al centro del weekend in rosa grazie a protagonisti del grande schermo di oggi e di ieri: Ricky Tognazzi e Simona Izzo, l’attrice di cinema e teatro Valeria Fabrizi e Mons. Dario Viganò, presbitero italiano ed autore di libri dedicati al rapporto tra il cinema ed il mondo cattolico. Tante le penne ed i giornalisti che hanno colloquiato con il collega Giovanni Terzi sviscerando e commentando notizie di attualità e ipotizzando scenari futuri: Enrico Brizzi, Giorgio Teruzzi, Peter Gomez, Paolo Mieli, Michele Santoro con il vignettista VaurAlessandro Politi, hanno offerto al pubblico interessanti chiavi di lettura su argomenti che hanno spaziato dalla politica al giornalismo, dalla meritocrazia all’informazione al tempo del Covid. 
Pandemia senza retorica al centro del salotto che ha visto l’Ambasciatore Giulio Terzi in confronto con Michele Perrino, AD di Medtronic Italia SpA e poi in dialogo con la politica colombiana Ingrid Betancourt sui temi della tutela dei diritti umani.
Argomenti impegnativi che sono stati sapientemente affiancati ad altri più leggeri: la travolgente simpatia di Gene Gnocchi, la danza in tv raccontata dalla ballerina e coreografa Carolyn Smith e la cucina italiana, esaltata da Carlo Cracco. Ma il buon cibo è stato protagonista in tutti gli appuntamenti di Terrazza Dolce Vita, con le degustazioni di prodotti enogastronomici tipici a cura dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura e dei Consorzi di Prodotti Dop e IGP dell’Emilia Romagna che, come ha ricordato l’Assessore Alessio Mammi, ospite del penultimo appuntamento, hanno un ruolo importante nel panorama italiano visto che, grazie ai suoi 44 prodotti Dop e Igp, la Regione continua a rappresentare la quota più importante delle registrazioni italiane.
L’ultimo salotto ha visto l’arrivederci al 2022 lanciato dagli ideatori sugli applausi per una spumeggiante ed autoironica Noemi, che si è raccontata fra pianoforte e chitarra partendo dagli esordi di X Factor e fino ai successi dell’estate in corso. Terrazza Dolce Vita è un format promosso da Apt Servizi Emilia Romagna, Visit Romagna e Comune di Rimini con “Sky news” “Libero” e “Chi” media partner. L’evento è realizzato con il supporto di Orogel, Pubblisole, Medronic Italia SpA, Kefa, Di&Di, oltre che grazie al sostegno della famiglia Batani, titolare dei Select Hotels e del Grand Hotel di Rimini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui