Terme Sant’Agnese: bilancio 2021 in utile e conferma del CdA.

Risultato positivo di € 440.000 per il bilancio 2021. Investimenti per € 250.000. Ricerca di finanziamenti PNRR per € 800.000. Conferma del Consiglio di Amministrazione. Sono questi gli argomenti che ha discusso l’Assemblea della società termale Terme di Sant’Agnese di Bagno di Romagna. Si è svolta ieri l’Assemblea del più antico stabilimento termale di Bagno di Romagna, che dall’epoca romana si è costantemente evoluto fino ad essere oggi un centro termale all’avanguardia per l’ampia offerta e specializzazione di cure e trattamenti benessere. Alla presenza del Comune di Bagno di Romagna, quale socio di maggioranza con una quota del 68,19%, rappresentato dal Sindaco Marco Baccini, dei soci privati Euroterme S.p.a. e del signor Luca Rossi, del Collegio Sindacale, composto dai dott.ri Franco Battistini, Cristina Bambi e Roberto Tontini, e del Revisore Legale dott.ssa Sara Pennacchi, il Consiglio di Amministrazione ha rappresentato i risultati di esercizio 2021.

Risultati positivi sintetizzati nell’utile finale di € 440.000 che, seppur “aiutato” dal bonus terme e vacanze, rappresenta un risultato unico per la società. Un risultato ancor più di rilievo se si considerano gli investimenti effettuati per il rinnovamento della struttura e gli ammortamenti che gravano sulla disponibilità finale. Nel corso del 2021, infatti, sono stati sostenuti investimenti per circa € 250.000, che hanno riguardato il rinnovamento del reparto di fisioterapia, l’ampliamento della piscina termale interna, che completano un progetto di rinnovamento di tutte le aree termali e benessere avviato nel 2020. Inoltre, è stato avviata la riqualificazione delle camere, con il rinnovamento di un primo lotto di 7 camere. A completare gli investimenti l’acquisto di software gestionali, che hanno consentito una razionalizzazione dei costi e lo sviluppo di offerte commerciali sempre aggiornate, nonché la promozione di campagne pubblicitarie per dare visibilità ai prodotti e servizi offerti dall’azienda.

Utile ed investimenti nonostante il piano di ammortamento che pesa per € 450.000 all’anno, rappresentato da mutui aperti in tempi non recenti per acquistare cespiti immobiliari tutt’ora non produttivi. Si tratta un’attività soddisfacente – commenta il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini – ed i numeri lo confermano in modo evidente. Considerando l’eccezionale e grave periodo storico in cui ci troviamo, in cui siamo travolti da emergenze mondiali che esplodono e si moltiplicano quando ancora non siamo usciti da quelle precedenti, questi numeri acquistano un valore maggiormente significativo. Al riguardo, ritengo doveroso complimentarmi con il Consiglio di Amministrazione e con tutti i dipendenti, che insieme hanno saputo valorizzare al meglio quest’azienda, che opera proprio in un settore tra i più colpiti dalle emergenze in corso.

I risultati ottenuti – spiega il Sindaco – non devono essere considerati un traguardo, ma un obiettivo costante, che impone di continuare a gestire la società con la stessa attenzione, impegno, serietà e competenza che il Consiglio di Amministrazione ha saputo tradurre in numeri. E’ sulla base di queste risultanze che ho confermato i tre membri del Consiglio di Amministrazione, ai quali ho ribadito alcuni  obiettivi prioritari, quali un monitoraggio costante del bilancio ed una scrupolosa attenzione ai costi ed alle efficienze gestionali dell’azienda, investimenti di rinnovamento e promozione, ricerca delle risorse del PNRR ed una buona programmazione nella gestione del personale. Sono stati quindi confermati membri del CdA Enrico Camillini, nella veste di Presidente con un compenso annuo di € 10.000, Alessia Rossi in qualità di consigliere con un compenso annuo di € 3.000, Alfredo Piccoli in veste di Amministratore delegato con un compenso annuo di € 30.000. Mi auguro – chiude il Sindaco – che le condizioni geopolitiche e sanitarie possano permettere a questo CdA di lavorare quantomeno in una situazione di maggiore stabilità, posto che la normalità non è all’orizzonte, così da poter continuare a valorizzare la nostra azienda pubblica, i cui risultati hanno un impatto immediato

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui