Cesenatico, tentato omicidio: confermato il carcere per l’arrestato – VIDEO

É stato convalidato davanti al gip Massimo De Paoli l’arresto del 20enne riminese accusato di tentato omicidio (qui il video della rissa), per aver investito con la sua auto un 27enne gambettolese (di origini albanesi). Dopo una lite tra due gruppi iniziata all’interno della discoteca Energy di Valverde e conclusasi all’esterno del locale, con inseguimenti e percosse che sono durati interminabili minuti.
I carabinieri della Compagnia di Cesenatico stanno indagando a 360 gradi per ripercorrere l’intera dinamica dell’accaduto. Soprattutto stanno lavorando per identificare tutti i protagonisti della vicenda: circa una trentina di persone che a più riprese si sono picchiate (o hanno “pestato” rivali) affrontandosi all’esterno del locale. Alla fine gli indagati non saranno soltanto le persone finite in pronto soccorso. Cioè, oltre all’investito e all’investitore, anche un 19enne medicato in ospedale a Rimini e la ragazza per la quale sono iniziate tutte le liti: una 22enne italiana residente nel riminese, ossia la fidanzata di uno degli amici dell’arrestato, medicata per 5 giorni di prognosi al Bufalini. Per arrivare all’identità di circa una trentina di persone i militari possono fare leva anche su alcuni video amatoriali girati da clienti della discoteca. Che non ritraggono il momento dell’incidente ma una buona fetta del far west successivo. Il Gip Massimo de Paoli questa mattina ha ascoltato il 20enne arrestato che ha risposto alle domande. Raccontando la sua versione dei fatti. Il pm Filippo Santangelo aveva chiesto la conferma della custodia in cella in attesa del futuro giudizio per tentato omicidio. La difesa (avvocato Eleonora Montaletti) aveva chiesto la remissione in libertà o in subordine gli arresti domiciliari. Il giudice ha deciso per la conferma della carcerazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui