Tennis, un grande torneo giovanile a Cattolica

Salutare il 2022 dando spazio ai campioncini di domani così da aprire al contempo nel migliore dei modi il nuovo anno. E’ il proposito del “Galimberti Tennis Academy Junior Trophy”, nuovo torneo nazionale giovanile per le categorie Under 10-12-14, maschile e femminile, in programma dal 27 dicembre all’8 gennaio sui campi del Queen’s Club di Cattolica.

Dopo gli appuntamenti andati in scena subito dopo Ferragosto e a metà settembre, il team guidato dall’ex davisman azzurro rilancia quindi sul piano organizzativo proponendo una competizione per le racchette in erba nel periodo delle festività natalizie, sicuramente propizio in considerazione delle vacanze scolastiche per ragazzi e ragazze e della voglia delle famiglie di trascorrere un periodo in una location accogliente e ricca di fascino in questo periodo come la Regina dell’Adriatico e la Riviera Romagnola in genere, addobbate a festa e ricche di eventi in questo momento dell’anno. E magari, con un pizzico di fortuna, i partecipanti al torneo – giudice arbitro Paolo Calbi, direttore di gara Nazario Boni – possono avere l’occasione di imbattersi anche in uno dei tennisti professionisti che frequentano full time l’Academy, in piena preparazione per la prossima stagione. E’ il caso, ad esempio, di Francesco Forti ed Enrico Dalla Valle (venerdì fra l’altro protagonista di un allenamento di alto livello con Lorenzo Musetti al Centro Tecnico di Tirrenia), di Andrea Picchione e Federico Bertuccioli, tra i principali favoriti dell’Open di Natale in scena al Tennis Club Riccione.

“Si tratta della prima edizione e il nostro obiettivo è far diventare questo torneo uno degli appuntamenti più prestigiosi nel calendario nazionale – sottolinea Giorgio Galimberti – grazie a un accattivante mix di ingredienti. A una settimana dalla chiusura delle iscrizioni, prevista per domenica 25 dicembre, le adesioni sono già una cinquantina, con le categorie under 10 e under 14 maschili per ora più rappresentate, comunque sono destinate a crescere alla luce dell’interesse che si sta sviluppando, con tante richieste di informazioni che giungono in sede”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui