Tennis, Lorenzo Musetti batte Francesco Passaro in tre set e vince il Challenger 125 di Forlì

Lorenzo Musetti dà spettacolo al Challenger 125 di Forlì. Sua la vittoria del titolo, suoi i 125 punti che gli faranno compiere un notevole balzo in classifica Atp (era 66 a inizio settimana, sarà 57 da domani). Battuto in finale il ventunenne perugino Francesco Passaro, 2-6 6-3 6-2 in 2h7’ di lotta serrata. Passaro è stato la sorpresa del torneo, partito dalle qualificazioni e appena numero 369 del mondo (mas da domani sarà nei top 300). Eppure via via ha giocato alla pari e battuto giocatori più forti di lui, sfiorando il colpaccio anche Musetti che nel main draw del torneo romagnolo era la testa di serie n. 1. Passaro, che sta giocando il miglior tennis della su vita, partiva a razzo, proprio come in semifinale con il top 100 mondiale, lo spagnolo Munar. Vinto il primo set, cercava di contenere il ritorno di Musetti che, invece, lentamente ma inesorabilmente, ha iniziato a guidare l’incontro portandolo poi dalla sua parte e chiudendo gli ultimi due parziali con un netto 6-3 6-2. Il Challenger 125 di Forlì, oltre al successo clamoroso di pubblico, sold out sugli spalti per quasi tutto il torneo, ha messo in evidenza un azzurro ormai destinato alle altissime sfere del tennis mondiale, Lorenzo Musetti. E altri, come il finalista Passaro e il semifinalista Gigante che hanno dimostrato di avere talento e umiltà per puntare in prospettiva all’ingresso tra i top 100 mondiali.

La sportività di Musetti

Un grande fair-play a fine match nelle parole di Musetti: “E’ stata una battaglia fin dall’inizio la finale con Passaro ma, se devo essere sincero, lui meritava la vittoria del torneo più di me. Ho avuto dei problemi respiratori allo sterno nel primo set, forse dovuti alla troppa pressione della settimana, ma devo dire che vincere soffrendo è ancora più bello”.

Poi i ringraziamenti del vincitore. “Devo dire grazie alla NEN Events di Cosimo Napolitano e Vincenzo Nicolella che mi ha offerto una wild card che subito dopo la sconfitta di Parigi è stata provvidenziale per giocare al Challenger 125 di Forlì. Giocare da favorito, comunque, non è mai così facile in un torneo di questo livello così alto. Da martedì prossimo si ricomincia e giocherò al torneo di Stoccarda. Voglio infine ringraziare anche il pubblico della città romagnola, sempre numerosissimo e caldo, che mi ha sostenuto fin dai primi match. E’ stata la mia forza in più per vincere il torneo. E un grazie speciale, naturalmente, anche al mio coach Tartarini”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui