Tennis, la Coppa Davis sbarca a Bologna dal 14 al 18 settembre: accordo quinquennale

Bologna sarà la sede – per i prossimi 5 anni – di uno dei quattro raggruppamenti della nuova formula della Coppa Davis di Tennis. Le sfide si terranno alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno e sono in programma dal 14 al 18 settembre, ad una settimana di distanza dalla la fine degli ‘Us Open’.

È quanto annunciato nel corso di una conferenza stampa organizzata dalla Regione Emilia-Romagna cui hanno preso parte, collegati in video conferenza, il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini; la sottosegretaria di Governo allo Sport, Valentina Vezzali e il presidente della Federazione Italiana Tennis, Angelo Binaghi.

 Bologna ospiterà – all’ Unipol Arena di Casalecchio di Reno – uno dei quattro gironi delle semifinali, dal 14 al 18 settembre prossimi: quello che vedrà protagonista la Nazionale italiana. Gli altri si giocheranno a Glasgow (Gran Bretagna), Malaga (Spagna) e Amburgo (Germania).

E’ di oggi l’ufficializzazione dell’accordo tra Kosmos Tennis (la società organizzatrice della Coppa Davis) e la Federazione italiana tennis, e dell’impegno condiviso tra la Regione Emilia-Romagna e la Presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso il Dipartimento per lo sport, insieme alla Città Metropolitana di Bologna.

Per i prossimi cinque anni, quindi, uno degli atti principali della fase finale della Coppa Davis si giocherà in Emilia-Romagna, a Bologna. Italia protagonista in campo, e una vetrina di livello internazionale senza pari per il territorio regionale, Bologna, il Paese.

Un accordo che premia la storia di questo sport in Italia e il rilancio recente in termini anche di risultati, con due giocatori come Matteo Berrettini e Jannik Sinner ormai nella top ten mondiale, senza ovviamente dimenticare Fabio FogniniLorenzo SonegoLorenzo Musetti e il bolognese Simone Bolelli. E nella stessa Emilia-Romagna, regione che vanta un rapporto tra numero di praticanti e abitanti tra i più alti nel Paese e che da tre anni è tornata ad ospitare sul proprio territorio diversi tornei Atp di valore, acquisendo crescente visibilità.

A parlarne, in una videoconferenza stampa oggi dalla sede della Regione, il presidente Stefano Bonaccini, la Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo sport, Valentina Vezzali, il presidente della Federazione italiana tennis, Angelo Binaghi, l’assessora allo Sport del Comune di Bologna, Roberta Li Calzi, il capo della segreteria politica della Presidenza della Regione, Giammaria Manghi

“Nei prossimi cinque anni, trova casa in Emilia-Romagna una fra le più prestigiose manifestazioni sportive del mondo e questo è davvero motivo di grande orgoglio per l’intera comunità regionale- afferma il presidente Bonaccini-. Una nuova, straordinaria occasione di visibilità per Bologna e tutto il territorio regionale, di crescita e di attrattività turistica, per non dire del valore sportivo, che chiamerà qui tantissimi appassionati e tifosi, oltre che addetti ai lavori. Si arricchisce dunque il calendario sportivo dell’Emilia-Romagna, quest’anno davvero senza precedenti, sia per numero che per qualità degli appuntamenti e che spazia in tutte le discipline comprese quelle paralimpiche. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato, dagli organizzatori alla Federazione italiana tennis, al territorio e alla Città Metropolitana di Bologna, e al Governo- chiude Bonaccini– che, così come succede con la Formula Uno a Imola e la Moto Gp a Misano Adriatico, ha voluto essere al nostro fianco per fare dello sport un eccezionale veicolo di valorizzazione delle nostre eccellenze e del Paese”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui