Tennis, Favero-Taddia la finalissima del trofeo Oremplast al Ct Massa

MASSA LOMBARDA. Saranno Lorenzo Favero e Leonardo Taddia a contendersi il 18° Trofeo Oremplast, torneo Open maschile con montepremi di 3000 euro organizzato dal Circolo Tennis Massa Lombarda che manda in scena l’atto conclusivo domenica 5 settembre (la finale è in programma alle 18) dopo due settimane avvincenti. E’ il verdetto emesso dalle due semifinali all’insegna della linea verde disputate nella serata di sabato sui campi di via Fornace di Sopra, dove ha mosso i primi passi con la racchetta in mano Sara Errani e teatro di una competizione che si è ritagliata ormai un preciso spazio nel calendario diventando un punto fermo nella stagione estiva per il circuito nazionale – quella 2021 è l’edizione numero 28 – anche e soprattutto grazie alla stretta sinergia con l’azienda di Massa Lombarda della famiglia Pagani, da tempo partner in un progetto sportivo legato al territorio che ha pochi eguali nella Penisola.

Favero, 20enne padovano con classifica 2.3 (tesserato per il Centro Sportivo Plebiscito) e quarta testa di serie, dopo l’affermazione per 60 75 nei quarti sul giovane toscano Mattia Nannelli (2.6, Sporting Club Valdelsa), ha regolato per 62 75 il 21enne riminese Alberto Morolli (2.3, Tennis Club Riccione), nel turno precedente capace di estromettere con il punteggio di 67(7) 61 63 il 2.2 bolognese Luca Pancaldi, primo favorito del seeding e vincitore di questo torneo quattro anni fa.

Dal canto suo nella parte bassa del tabellone Taddia (2.3, Tennis Modena), classe 2000, accreditato della seconda testa di serie dal giudice arbitro Roberto Montesi (direttrice di gara Cristina Ricci), dopo il doppio “bagel” con cui si era sbarazzato nei quarti del 20enne Giacomo Magnani (2.6, Village Tennis Club), ha confermato di essere in forma aggiudicandosi per 62 61 il derby con il compagno di squadra e coetaneo Federico Marchetti, n.3 del seeding, che aveva faticato per domare l’under 18 del club organizzatore Marco Cinotti (2.6), piegato per 61 57 64 dall’emiliano già finalista nell’edizione 2018 del Trofeo Oremplast.

“Dopo un paio di settimane piene di incontri siamo giunti all’epilogo del nostro torneo, che si è confermato una vetrina particolarmente adatta a mettere in mostra giovani emergenti – il commento del presidente Fulvio Campomori – Un aspetto apprezzato dai numerosi appassionati locali che come tradizione hanno seguito l’evento, nel pieno rispetto delle disposizioni di sicurezza legate al coronavirus”.

Semifinali: Lorenzo Favero (2.3) b. Alberto Morolli (2.3) 62 75, Leonardo Taddia (2.3) b.  Federico Marchetti (2.3) 62 61.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui