Tennis, al Carpena il doppio è targato Ucraina

Momenti di grande intensità, sportiva, ma anche emotiva ieri al Villa Carpena, in occasione della finale del doppio nel Challenger Atp Forlì 5, vinto dall’ucraino Vitaliy Sachko in coppia con l’azzurro Marco Bortolotti, titolo con dedica al suo Paese: «Questo mio trionfo è per la mia amata Ucraina, terra di pace. I miei connazionali stanno soffrendo per l’attacco dei russi. Noi siamo e saremo sempre un popolo libero».

L’applauso più lungo e più sentito degli appassionati di Forlì è stato dunque per il 24enne giocatore di Coppa Davis ucraino che ha trionfato con l’azzurro specialista in doppio (è n.176 Atp). I due hanno battuto nella finale per il titolo l’esperta coppia formata dal tedesco Fallert e dal romeno Cornea che erano in serie positiva da sette match e che avevano vinto il precedente torneo Città di Forlì 4. Sachko-Bortolotti hanno vinto allo sprint, 7-6 (5), 3-6, 10-5 giocando benissimo i punti più importanti del match. Per Bortolotti, 31enne di esperienza, nato a Guastalla, si tratta del secondo challenger di doppio vinto a Forlì da inizio del 2022. Da lunedì continuerà la scalata nel ranking Atp di doppio, con il suo best ranking (vicino alla 160ª posizione) e facendo un altro passo in avanti verso il suo grande obiettivo di entrare tra i top 100 mondiali. Toccanti le parole di Vitaliy Sachko, giocatore di Davis ucraino, n.2 Atp del suo Paese, alla fine del match vittorioso: «Voglio ringraziare gli organizzatori del torneo di Forlì e l’Italia intera per il calore dimostrato nei mei confronti. Ne sono grato».

Intanto oggi alle 15 finale di singolare del Challenger Città di Forlì 5 e per la seconda settimana consecutiva in finale ci sarà il britannico Jack Draper che, dopo aver vinto il torneo Città di Forlì 4, prova a fare il bis. In semifinale il ventenne di Sutton, grande speranza del tennis inglese e già nel giro della nazionale di Coppa Davis, ha battuto in tre set il bosniaco Mirza Basic per 6-2 6-7 (3), 6-4, conquistando così la nona vittoria consecutiva nei tornei della città romagnola. Il britannico affronterà in finale lo svizzero, cresciuto tennisticamente negli Usa, Alexander Ritschard che ha impedito all’olandese Tim Van Rijthoven di conquistare la seconda finale consecutiva a Forlì, superandolo 6-3, 7-6. Da notare come anche Ritschard è in una lunga serie di vittorie, essendo partito dalle qualificazioni, e avendo centrato fino alla finale sei vittorie consecutive. Per l’elvetico, 27 anni, oggi n.274 Atp, si tratta della seconda finale Challenger in carriera, la terza per Draper con due vittorie.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui