Elena Raffaelli

A Riccione, e in particolare sulla Statale 16 in corrispondenza del Cimitero Greco, è arrivato un VistaRed per frenare i furbetti del semaforo rosso. Per l’assessora alla Polizia Municipale, Elena Raffaelli, si tratta di una “misura necessaria per garantire l’incolumità dei cittadini e il rispetto delle regole”, dato che sul quel tratto si verificano troppi incidenti. Il VistaRed è stato collaudato questa mattina e entrerà in funzione nel 2021, 24 ore su 24. Secondo le statistiche della Polizia Locale, nel tratto di strada in cui entrerà in funzione il VistaRed c’è’ infatti uno degli incroci più pericolosi della Statale 16. Il dispositivo è il terzo sul territorio di Riccione: gli altri due sempre sulla Statale 16: uno all’incrocio di viale Abruzzi e l’altro all’incrocio di viale Palermo – viale Potenza. Il primo VistaRed a Riccione è stato installato nel 2018 e secondo le statistiche della Polizia Locale, si è passati da circa 40 infrazioni semaforiche al giorno commesse nei primi mesi di utilizzo del documentatore, alle 10 attuali. Passare con il semaforo rosso comporta una sanzione di 167 euro, che diventa di 222 se l’infrazione è commessa nelle ore notturne oltre a 6 punti di penalità sulla patente. Inoltre se si commette la medesima infrazione una seconda volta in due anni, si può incorrere nella sospensione della patente. “E’ evidente che esistono tratti di strada in cui la sicurezza stradale va tutelata con maggiore incisività – sottolinea Raffaelli-. Troppi gli incidenti dovuti alle cattive abitudini al volante. La tecnologia ci viene incontro per tenere alta la guardia degli automobilisti e tutelare l’incolumità dei cittadini”. 

Argomenti:

riccione

statale

vista red

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *