Teatro, storia e cinema: al Rasi “Ricominciamo dal Primo Maggio”

Ravenna Teatro riparte dal primo maggio, festa dei lavoratori, per un lungo evento speciale dedicato al teatro. “Ricominciamo dal primo maggio” è il titolo della giornata che coinvolgerà il teatro Rasi in una maratona di teatro, storia, letteratura e cinema: «Un evento speciale in un giorno speciale, carico di alto valore simbolico» dicono i direttori Marcella Nonni e Alessandro Argnani.

«È un “rimettiamoci al lavoro” denso di significati – continuano – per chi ha dovuto forzatamente restare fermo o sospeso per molti mesi, orfano della “messa in scena”, ma non senza lavoro in senso lato, perché tutto il mondo del teatro ha fatto attività di ogni tipo volte alla ripartenza in questo lungo periodo di quarantena».

Primo appuntamento della giornata, alle 11, uno speciale di “Storie di Ravenna” dal titolo “Dei teatri e del lavoro”, con Francesco Antonelli, Elisa Emaldi, Giovanni Gardini, Alessandro Luparini, Giovanni Mazzotti e Laura Orlandini, con le lettura di Laura Redaelli e le musiche di Valerio Vigliar. Un appuntamento dedicato ai teatri cittadini e alla festa dei lavoratori, fra passato e presente.

Il pomeriggio

Alle 16 il teatro Rasi diventa cinema, con la proiezione di “The Congo tribunal” del regista svizzero Milo Rau: il film, presentato alle giornate del cinema svizzero a Venezia, mette in scena un processo per i crimini di guerra compiuti durante il conflitto civile in Congo.

Francesca De Sanctis, giornalista e critica teatrale, presenterà alle 18 il suo libro “Una storia al contrario” (Giulio Perrone editore, 2020), in dialogo con Matteo Cavezzali e con letture di Camilla Berardi. Una storia “al contrario”, quella di De Sanctis, da assunta a precaria nella redazione cultura e spettacoli dell’Unità, in cui si intrecciano i grandi nomi della storia con vicende comuni e racconti di storia recente.

Alle 20 la giornata si concluderà con “Tiresias”, produzione Angelo Mai/Bluemotion, con Gabriele Portoghese e la regia di Giorgina Pi. Tratto da “Hold your own/Resta te stessa”, della drammaturga inglese Kate Tempest, ha debuttato al teatro Paolo Pini di Milano in estate, suscitando grande consenso.

A causa delle limitazioni sul numero di posti utilizzabili, è vivamente consigliato l’acquisto dei biglietti in prevendita, sul circuito vivaticket o alla biglietteria del teatro Rasi.

Info: 0544.36239

www.ravennateatro.com

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui