Teatro Socjale di Piangipane, via alla seconda parte della stagione

Il teatro Socjale di Piangipane lancia la seconda parte della stagione 21/22 di concerti del venerdì sera. Il primo appuntamento è per il 14 gennaio con Gallo Team, quartetto capitanato da Claudio “Gallo” Golinelli, storico bassista di Vasco Rossi, con strumentisti dal curriculum di prestigio come backing band di grandi nomi. Insieme a Gallo troviamo infatti Fabrizio Foschini alle tastiere (Stadio, Ivan Graziani), Adriano Molinari alla batteria (Zucchero, Finardi, Baglioni) e Cristian Cicci Bagnoli a chitarra e voce (Steve Rogers Band). Vista l’estrazione dei musicisti, non è difficile immaginare un repertorio legato al rock italiano degli ultimi cinquant’anni.

Venerdì 21 gennaio arriva invece un cantautore che ha dato molto al pop italiano di fine secolo scorso: Francesco Baccini. Con i suoi successi “Le donne di Modena”, “Qua qua quando” e “Ho voglia di innamorarmi”, coi molti brani scritti per altri, e con il suo più grande successo “Sotto questo sole”, cantato insieme ai Ladri Di Biciclette, Baccini si è guadagnato un posto di rilievo nella scena italiana, sancito dalla Targa Tenco 2012. Al Socjale sarà da solo al piano in una intima versione del suo repertorio.

Gennaio si chiude il 28 con un concerto molto interessante, che riunisce cinque giganti delle sale d’incisione e dei palchi italiani degli ultimi sessant’anni. Si presentano come I Musici Di Francesco Guccini, con cui hanno condiviso decenni di attività, ma sono innumerevoli i musicisti che hanno beneficiato dell’arte di questi “grandi vecchi” della musica italiana. Chitarre e voce di Juan Carlos “Flaco” Biondini, tastiere di Vince Tempera, sax di Antonio Marangolo, batteria di Ivano Zanotti e basso di Pierluigi Mingotti sono i protagonisti del set. Visto che Guccini ha deciso di non tornare sul palco, la band colma questo vuoto, interpretando gli indimenticabili brani del poeta emiliano.

Nei mesi successivi vedremo l’ex batterista dei Simple Minds Brian Mc Gee con una cover band del gruppo scozzese, che comprende altri ex (18/2), il chitarrista Alberto Radius (25/2), una serata dedicata a John Lennon con Omar Pedrini come ospite (4/3), una band di musicisti del New England in un set dedicato al genere “americana” (11/3) e per San Patrizio (patrono d’Irlanda) la folk band Dirty Bastards (18/3).

Ingresso riservato ai soci Arci con green pass rafforzato e mascherina Ffp2. I famosi “cappelletti del Socjale” nell’intervallo dei concerti torneranno disponibili appena possibile.

www.teatrosocjale.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui