Tavolini in strada anche a Marina di Ravenna

Viale delle Nazioni a Marina come il “quadrilatero” del centro di Ravenna. Dopo il successo dei tavolini per strada nelle vie “calde” della movida nel salotto urbano della città, l’idea è stata riproposta anche per Marina di Ravenna e da questa sera l’ordinanza necessaria a pedonalizzare dalle 18 alle 4 il viale centrale della località marittima è in vigore. E così 13 imprese posizioneranno ulteriori spazi a sedere, ingombrando nelle ore serali e notturne anche piste ciclabili e parte dei marciapiedi, lasciando un cospicuo camminamento ma portando sulla strada gran parte dell’attività dei locali. «Integrato a questo passo, su cui abbiamo lavorato intensamente visto che comprendeva modifiche alla viabilità – spiega l’assessore alle Attività produttive, Massimo Cameliani – abbiamo innestato lo spostamento del mercato dell’abbigliamento e una rimodulazione dei mercatini organizzati dalla Pro loco. In un’estate in cui, per via del Covid, non si potranno organizzare molti eventi, avremo il centro di Marina pulsante di vitalità».

Il progetto – necessario a compendiare sicurezza, vivibilità della località e turismo – si chiama Si ritorna a Marina ed è firmato dallo studio Bieffe: «Nel tratto fra il Grand Hotel e l’incrocio con viale IV novembre saranno la piadineria del Minigolf, i Fanti, il Mowa, Pilar, il Bukovsky e, attraversata la strada, il Cafè del Mar ad ampliare lo spazio dedicato ai tavolini sulla strada – spiega Andrea Turchi –. Poi, di lì fino al Molo Dalmazia potremo vedere stese le postazioni de La casa della Piadina, de Le corti, del ristorante Da Matteo, del bar tabaccheria Mazzotti, della pescheria Lucia, della pescheria Doppio Gusto e della piadineria Al Porto».

Le attività – che attraverso le associazioni di categoria hanno incaricato il pool composto da Sean Alessi, Luca Barchi, Giorgio Trioschi, Cinzia Scaranna, Matteo Minardi e Francesco Turchi di comporre il progetto pilota unitario – caratterizzeranno le postazioni con una serie di “totem” equamente distribuiti che, oltre a servire da “presidio sanitario” (saranno dotate di contenitore per gel sanificante), porteranno l’insegna del locale e/o le proposte del momento. «Trasferire una formula che ha avuto grande successo nel centro della città anche a Marina non era un passaggio immediato – prosegue il ragionamento Cameliani –. A Ravenna parlavamo di una zona già permanentemente pedonale, qui abbiamo dovuto concepire una pedonalizzazione oraria, pratica di suo non così diffusa. Una parte dei tavolini, così, sarà permanentemente in strada. Quelli che impegneranno marciapiedi, piste ciclabili e la porzione stradale necessaria al transito, invece, saranno asportate in nottata dagli esercenti aderenti, in modo che di giorno biciclette e mezzi autorizzati potranno accedere».

Dal 29 poi, come detto, giungerà su viale delle Nazioni anche il mercato d’abbigliamento: «Il mercoledì e il sabato, sin dal pomeriggio, le bancarelle saranno posizionate nel tratto da piazza Dora Markus a via Rismondo. Il mercato alimentare rimane invece nella via Spalato. I mercatini della pro loco invece – conclude Cameliani – prenderanno il tratto precedente, quello da viale IV Novembre alla piazza Dora Markus, ma saranno ospitati anche nella zona del bacino dei pescherecci, concesso dall’Autorità portuale. Contiamo che l’effetto vitale, dato dalle persone che godono in maniera inedita degli spazi stradali, funga da calamita come è stato in centro a Ravenna, dove il flusso è importante anche nel periodo infrasettimanale».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui