Tanti tamponi e pochi positivi nella zona di Cesena

C’è ancora una vittima tra gli infettati da coronavirus: una donna di 89 anni di Cesena anche lei (come quelle finite a statistica nei giorni scorsi) era ricoverata nella Lungodegenza della casa di cura San Lorenzino. Ci sono però anche buone notizie: legate al basso numero di contagi. Solo 20 nuovi malati, in un conteggio “infrasettimanale” dei tamponi e con ben 8 classi che sono state sottoposte tutte al controllo per un caso conclamato. Tanti tamponi e pochi positivi dunque. “Con vista” su una riduzione dei nuovi malati che tutti sperano: tra vaccini in avanzamento e stagione calda a peggiorare la portabilità del virus.

Il terzo decesso in pochi giorni di una donna in età da “già vaccinata” apre un ragionamento anche su come dovrebbe essere ora il conteggio dei deceduti nella pandemia. Il vaccino non impedisce di venire a contatto col virus e di essere quindi trovati comunque positivi ad un tampone. Ma una volta vaccinati l’incidenza del virus decade quasi in maniera completa dalle cause di morte. Per ora non essendo quantificabile il rapporto tra la presenza del Covid-19 in un organismo vaccinato e le altre malattie pregresse che tanti anziani portano con sé, la lista di decessi Covid continua ad allungarsi anche tra gli “over”. Non appena sarà quantificabile questo rapporto la lista di decessi anche tra i vaccinati crollerà.

I 20 nuovi malati di ieri sono 12 femmine e 8 maschi. Tamponi positivi nelle classi ma, soprattutto, tra i contatti stretti intrafamiliari di persone già ammalate.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui