T-Red: riga bianca e una doppia multa che fa arrabbiare

Le multe al T-Red per aver oltrepassato la riga di stop continuano a mietere vittime anche tra i cesenati. Ma la rabbia ad un 67enne di Cesena, pronto a ricorrere con tutti i mezzi, è scattata non per quella sanzione in sé: ma per la seconda multa ricevuta per mancata segnalazione di chi fosse alla guida del veicolo. Ben 307 euro «Che non ho alcuna intenzione di pagare» spiega.

La storia prende vita a gennaio quando M.B., in sella al suo Beverly 300, scavalca nell’attesa del verde la riga bianca di stop; e nel semaforo di via Padre Vicinio Da Sarsina viene fotografato in fallo dalle apposite telecamere. «Mi sono recato al Comando di polizia locale – spiega il cesenate – per vedere cosa fosse successo. Mi hanno mostrato l’immagine ed ho spiegato subito che ero io sulla mia moto. Dicendo all’agente che sarei subito andato a pagare la sanzione (48 euro)».

Ciò che il cesenate non si aspettava è quanto successo una sessantina di giorni dopo. «Mi è arrivata a casa una richiesta ulteriore di pagamenti, da 307 euro. Questo perché l’infrazione comprende 2 punti da togliere dalla patente. Serve dunque compilare un modulo per dichiarare chi fosse alla guida. Se non si compila arriva a casa la seconda salatissima multa. Una sanzione, questa, che io proprio non accetto. Mi sono recato al comando, ho visto la fotografia ed ho detto che ero io spiegando inoltre che sarei subito andato a pagare per l’infrazione commessa. Perché nessuno mi ha spiegato, visto che ero lì e che non mi stavo nascondendo dietro ad un dito, che avrei dovuto dichiarare anche chi era in sella? Ricevere 307 euro di multa in un periodo come questo e per una banalità simile mi sembra inaccettabile».

L’uomo, mentre ha chiesto un appuntamento al sindaco per discutere dalla situazione vissuta, ha anche interessato uno studio legale. Per capire quali siano i margini per non pagare la seconda sanzione. «Una multa che proprio non merito».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui