Superbonus, intervento milionario per le case popolari di Forlì

Arriva dal “Superbonus 110%” un aiuto milionario per mettere a norma e riqualificare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica del Comune di Forlì. L’Amministrazione e l’Acer provinciale stipuleranno una convenzione per realizzare interventi di efficientamento energetico in 8 grandi palazzi Erp cittadini, quelli che necessitavano di interventi più urgenti e profondi e che, per i quartieri in cui sorgono e il numero di famiglie che li popolano, costituivano una priorità assoluta.

Adeguamento energetico

Per effettuare lavori quali il rifacimento degli infissi, la realizzazione di “cappotti” termici, la sostituzione degli impianti termo-idraulici e l’installazione di pannelli solari, rendendo così più confortevoli gli appartamenti e abbattendo i costi di gestione, si sfrutta il Superbonus che il decreto legge 77 dello scorso maggio ha messo a disposizione anche delle realtà come l’Azienda Casa di Forlì-Cesena. L’incentivo statale di cui il Comune usufruirà è di ben 7 milioni 930mila euro e, con questi, Acer progetterà e interverrà a partire dalla primavera sui palazzi di viale dell’Appennino angolo via Ribolle, viale Spazzoli (civici 33,35,37), via Masserenti (2 e 4), via Anna Frank 3, via Raffaelli (2 e 4), via Tramazzo alla Cava (civici 4 e 6), via Sillaro (ai numeri 33, 35 e 37) e il grande complesso di via Amaducci (civici dal 78 all’84). Il lavori termineranno entro la fine del 2023.«Non è mai facile trovare le risorse e le condizioni per mantenere in efficienza e decoro un patrimonio costituito da oltre 1.500 alloggi nel Forlivese – afferma l’assessora alle Politiche sociali, Rosaria Tassinari -. Il bonus statale rappresenta un’occasione che non potevamo lasciarci sfuggire, ma anche l’amministrazione comunale farà la propria parte inserendo a bilancio risorse per 3 milioni tutte dedicate alla copertura degli interventi non coperti dagli incentivi».

Non solo 110%

Finanziamenti che, però, non arrivano esclusivamente dal Superbonus. Nei mesi scorsi, con il bando nazionale “Pinqua”, Forlì ha ottenuto 6,5 milioni per un nuovo edificio da 28 appartamenti in via Pelacano e 1,1 milioni sugli 1,7 di spesa prevista, per la manutenzione straordinaria di altri edifici che si punta a effettuare entro il prossimo anno. «Verranno sistemate le facciate della palazzina di corso Garibaldi, al 319, si consolideranno gli alloggi di piazzetta Porta Schiavonia, verranno sistemate la parti comuni e il cortile in via Molino Ripa e riqualificata l’autorimessa dell’edificio Erp di via del Portonaccio» elenca Tassinari. Progettazione ed esecuzione spetteranno ad Acer e sugli alloggi sfitti arriva un altro sostegno dalla Regione: un contributo straordinario di 424mila euro che permetteranno di fare lavori su oltre 20 appartamenti ora inutilizzabili. «Saranno disponibili a inizio anno e potremo assegnarli ai cittadini» sorride l’assessora.



Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui