MAGNY COURS – Garrett Gerloff ci ha preso gusto e ora parla di vittoria: intanto si prende il giro veloce del venerdì. Lo statunitense, terzo in garadue nell’ultima gara di superbike, approfitta della condizione di bagnato per piazzare la sua zampata in 1’48”830. Alle sue spalle si piazza quello che sarà il protagonista assoluto di questo fine settimana, Jonathan Rea. Il campione del mondo in carica può raggiungere qui il suo sesto titolo iridato consecutivo: una prova di forza senza precedenti.

Il suo unico ostacolo, Scott Redding con la Panigale V4, è 7°. Oggi la “rossa” dovrà inventarsi qualche cosa per rinviare la festa dell’inglese, che ha 51 punti di vantaggio. Ottimo il 3° di Michael Ruben Rinaldi, impegnato in una doppia sfida: la prima in pista con il pilota locale Loris Baz (per il titolo di miglior pilota indipendente della stagione), la seconda con Chaz Davies (ieri 11°) per il secondo sellino nel team Ducati Aruba. «Chiudere 3° – dice il romagnolo – è molto positivo e abbiamo capito cose importanti per la messa a punto della moto. In gara spero di trovare una pista bagnata o asciutta perchè ci troveremo con una condizione mista e servirà tanta fortuna».

Per Federico Caricasulo un’uscita di pista e il 16° crono, distante dai migliori e dal compagno di squadra Gerloff. Fa esperienza Samuele Cavalieri (Ducati Barni) di Lido di Dante, 21° con un distacco importante.

Domani Superpole alle 11,con garauno alle 14. In programma anche le garedi Ssp 600 (ore 15.15) e Ssp 300 (ore 16.30).

Argomenti:

Gerloff

rinaldi

Worldsbk

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *