BARCELLONA – Nuovo tracciato, vecchio padrone. Anche sul nuovo (per la Superbike) tracciato di Barcellona è infatti Jonathan Rea a trionfare, conquistando Gara 1 con una corsa da padrone. Il campione in carica, autore anche poche ore prima della pole position, è riuscito a prendere la testa sin dalla prima curva, andando in fuga giro dopo giro grazie ad un passo insostenibile per tutti gli altri, Scott Redding compreso. L’inglese di Ducati è stato l’ultimo ad alzare bandiera bianca, dovendosi però accontentare della seconda piazza e scivolando a -41 in classifica generale dallo stesso Rea. A chiudere il podio l’altro ducatista Chaz Davies, autore di una eccezionale rimonta dall’ottava piazza ed ora terzo nel mondiale al pari di Toprak Razgatlioglu, sesto al traguardo alle spalle del compagno di team Michael Van Der Mark e di Alvaro Bautista, primo pilota Honda al traguardo dopo aver riportato la Cbr in prima fila dopo due anni.

“Soltanto” (dopo le ultime fantastiche prestazioni) 7° il sanvitese Michael Ruben Rinaldi, autore di un’ottima prima metà di gara ma costretto a perdere posizioni a causa dell’eccessivo calo delle gomme. «E’ stata una gara difficile – spiega il romagnolo – nella quale ho deciso di montare la gomma morbida, il che si è rivelata una scelta errata. Avendo fatto solo un turno sull’asciutto non avevamo molti dati da utilizzare così abbiamo rischiato, e sinceramente non mi pento: molti altri piloti hanno fatto due giorni di test su questa pista, quindi è normale che avessero più informazioni. Il podio è stato a portata di mano, ma una volta calate le gomme è stato come girare sul bagnato».

Ottava posizione per il debuttante Garrett Gerloff, mentre hanno chiuso la top ten Alex Lowes e Leon Haslam. Un punto in più in classifica per il ravennate Federico Caricasulo, scattato dalla 13ª casella e giunto 15° al traguardo, alle spalle del più esperto compagno Loris Baz. Alle spalle del romagnolo ecco il ferrarese Samuele Cavalieri, al debutto come pilota titolare e già ad un passo dalla zona punti precedendo Lorenzo Zanetti, arrivato nella notte a Barcellona per sostituire l’infortunato Leandro Mercado.

L’appuntamento ora è per questa mattina, quando alle 11 scatterà la Superpole Race, mentre alle 15 si spegneranno i semafori per dare il via a Gara 2.

Argomenti:

Catalogna

rinaldi

superbike

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *