Superbike, C’è Rinaldi alle spalle della sorpresa Lecuona. Oggi a Barcellona è attesa pioggia

Prima giornata di prove nel segno di Iker Lecuona e della Honda a Barcellona, anche se l’uomo da tenere davvero d’occhio pare essere un altro. Lo spagnolo della casa alata infatti ha chiuso davanti a tutti il venerdì, sfruttando nel migliore dei modi il potenziale della gomma da tempo Scq, ma dal punto di vista del passo chi davvero sembra averne più degli altri è il portacolori Ducati Aruba, Alvaro Bautista, 4° nella combinata di giornata davanti a Jonathan Rea e dietro a Michael Ruben Rinaldi. Ottima la partenza del romagnolo, molto veloce sul tracciato dell’ultima vittoria – sinora – in categoria. «Abbiamo fatto un buon lavoro in previsione della gara – il commento di Michael – tenendo conto anche di quelle che potranno essere le variabili meteo. Sono soddisfatto per come sono andate le cose, e per il feeling che ho avuto in entrambe le sessioni. Inoltre sono stato veloci anche se non ci siamo dedicati al time attack, il che è un buon segnale».

Rinaldi precede in classifica Toprak Razgatlioglu, primo rivale di Bautista in campionato e dunque deciso a giocarsi le sue carte, mentre ha chiuso la top6 il bergamasco Andrea Locatelli. Più difficile invece la prima giornata in ufficio di Luca Bernardi, proprietario della 16° posizione ma in crescita. «Stiamo lavorando bene, e credo proprio che siamo sulla giusta strada. Mi sento molto meglio sulla moto rispetto a prima, anche grazie alla migliore posizione in sella che sto adottando da questo round, ed abbiamo ancora margine. Ora cerchiamo di sistemare gli ultimi dettagli di assetto in vista della gara». Attardato per il momento anche Roberto Tamburini, 19° in sella alla sua Yamaha R1.

Supersport

Un uomo solo al comando invece in Supersport, ossia il leader della classifica generale Dominique Aegerter. Lo svizzero infatti ha fatto la differenza, facendo segnare il nuovo record della pista e mettendo tra sé ed il primo degli inseguitori, ossia il portacolori del team ravennate Evan Bros, Lorenzo Baldassari, addirittura un secondo. Una prova di forza quella di Aegerter, alla quale i rivali dovranno tentare di rispondere, a cominciare da Nicolò Bulega, terzo nonostante una caduta nel turno della mattinata. “Sono abbastanza deluso – ammette Nicolò – perchè non sono riuscito a mettere insieme molti giri. L’unica nota positiva è il tempo con cui ho concluso le Fp2, che mi regala fiducia in vista della qualifica e di Gara1».

Giornata in top ten anche per il riminese Stefano Manzi ed il ravennate Federico Caricasulo, rispetivamente 7° e 8°, che cercheranno oggi di attaccare la top five. Sia per la Superbike che per la Supersport è tempo di scendere in pista per la Superpole prima e Gara1 poi, con un occhio al cielo. Il rischio pioggia infatti non manca, e potrebbe cambiare le carte in tavola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui