L’emergenza Covid-19 cambia il calendario 2020 della Superbike. Federazione e Dorna hanno ufficializzato questa mattina la cancellazione della tappa di Imola prevista dall’8 al 10 maggio. Inoltre sono stati posticipati il Gp di Aragon, che passa dal 22-24 maggio al 28-30 agosto, e il Riviera di Rimini Round a Misano, che dal 12-14 giugno diventa l’ultima tappa del Mondiale dal 6 all’8 novembre. “

In questo momento – dice il direttore del circuito di Misano, Andrea Albani – prevale l’incertezza perché alla complessità della definizione dei calendari sportivi, sulla base dei lockdown dei vari Paesi, si aggiunge quella sulle modalità con le quali gli eventi potranno svolgersi. Ci sono tanti aspetti da valutare. Certamente dobbiamo stare uniti per proteggere ogni segmento della lunga filiera del motorsport, senza dimenticare e lasciare indietro nessuno. Quanto alla riprogrammazione del Riviera di Rimini Round del WorldSBK a novembre, è coerente con gli obiettivi che cerchiamo di centrare, ossia mantenere in calendario tutti gli eventi programmati. Sarà la condizione di sicurezza per tutti coloro che entreranno in circuito a guidarci; stiamo già lavorando su questo aspetto ed aspettiamo le regole che saranno definite. Certamente ne adotteremo di ulteriori e più stringenti perché queste sono le basi solide dalle quali ripartire. Serve uno sforzo comune e molto realista: sappiamo che nulla sarà come prima, ma dobbiamo tutti fare il massimo perché si riaccenda presto il semaforo verde, ma adeguandoci al nuovo mondo che ci attende”.

Argomenti:

covid

imola

misano

superbike

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *