Marco Melandri

Una gara-1 condizionata dal maltempo e partita in ritardo a Misano ha confermato il feeling di Jonathan Rea con la Romagna. L’asso della Kawasaki si è piazzato al primo posto davanti a Tom Sykes (Bmw) e Alvaro Bautista (Ducati). Sesto posto per Marco Melandri. La gara è stata interrotta al quarto passaggio per grandine, poi i piloti hanno ripreso regolarmente.

WorldSSP

La pole è del francese Lucas Mahias (Kawasaki) che si mette dietro i due rivali per il mondiale. Federico Caricasulo (Yamaha) è secondo e il compagno di squadra Randy Krummenacher chiude la prima fila.

Hamnes Soomer (Honda), Jules Cluzel (Yamaha) e Luca Ottaviani (Yamaha) in seconda fila. Il pesarese, schierato come wild card dal team SGM Tecnic e alla sua seconda presenza nel mondiale, si era messo in luce anche nelle prove libere di ieri.

Nella top ten anche De Rosa e Gabellini, rispettivamente 8° e 10°, mentre Badovini è 11°. Proseguendo con gli italiani, 14° tempo per la wild card riminese Massimo Roccoli, 16° l’altro portacolori della Motor Valley, Mattia Casadei, 17° Federico Fuligni e 23° il fratello Filippo, che chiude alle spalle di Manfredi.

WorldSSP300

Piloti divisi in due gruppi per la Superpole della SuperSport 300, con il gruppo A che ha potuto beneficiare della pista asciutta, mentre il gruppo B si è dovuto confrontare su asfalto bagnato.

Il miglior tempo è quello ottenuto dallo spagnolo, leader del campionato, Manuel Gonzales (Kawasaki), che si è lasciato alle spalle la connazionale e campionessa del mondo in carica Ana Carrasco (Kawasaki) e l’indonesiano Hendra Pratama (Yamaha).

Il più veloce del gruppo B è invece il francese Andy Verdoïa (Yamaha), l’unico della sua sessione a scendere sotto il muro dei due minuti; dietro a lui l’olandese Victor Steeman (KTM) e la wild card Emanuele Vocino. La classifica combinata ha visto assegnare la prima fila a Gonzales, insieme a Verdoïa e Carrasco.

WorldSSP300: Last Chance Race

La Last Chance Race del WorldSSP300, format su 13 giri che prevede il recupero di sei piloti esclusi dalle prove e in vista della gara di domani, ha visto strappare il pass Sabatucci, Kappler, De La Vega, Kalinin, Perez Gonzalez e Edwards.

International Bridgestone Handy Race

In pista, finalmente col sole, anche i piloti dell’International Bridgestone Handy Race, il campionato internazionale di motociclismo paraolimpico. Applausi per loro, testimoni di una passione infinita. Dopo il debutto a Le Mans, a Misano World Circuit oggi la gara ha visto primeggiare l’austriaco Peter Rhor, vincitore anche in Francia. Secondo posto per il nostro Maurizio Castelli, terzo il pilota della Repubblica Ceca Martin Horky.

@@TheRe@19Bautista (+7.756)

Argomenti:

melandri

misano

superbike

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *