Studenti e musica: il migliore in Italia è un 12enne di Cesenatico: “Io, cresciuto tra Green Day e AC/DC”

A 12 anni è già interprete impareggiabile della batteria. Giacomo Abbondanza è una vera promessa della musica. I professori della sua scuola, la media “Dante Arfelli” di via Sozzi, pregustavano un suo successo, ma il ragazzo ha fatto di più, li ha letteralmente entusiasmati vincendo il “primo premio assoluto” al concorso nazionale riservato alle scuole d’Italia. Primo assoluto, lui 12enne, che frequenta la 2ªD della Media. Valutazione 100/100 all’8° Concorso nazionale di esecuzione musicale riservato alle scuole “Al Chiaro di luna” di Martinsicuro, Teramo, quest’anno svoltosi on line.

In Giacomo Abbondanza i suoi insegnanti avevano visto in lui quella determinazione e quella dote, frutto di anni di studio, che lo avrebbero spinto a fare davvero bene. A primeggiare.

Quando è arrivata la bella notizia della sua vittoria, Giacomo ha ricordato subito: «Quando ero piccolo nella mia famiglia era normale ascoltare la musica dei Beatles, dei Police dei Green day e del gruppo musicale hard rock australiano AC/DC e di altri grandi miti della musica. Fu così che iniziò la mia passione. Iniziai ad approcciare alla batteria. Ero davvero piccolo. Avevo poco più di 2 anni quando i miei genitori mi regalarono una batterai giocattolo».

Non fu una passione passeggera, come a tanti altri bambini di quell’età, quando gli si regala uno strumento musicale giocattolo da strimpellare per ascoltare i suoni. A Giacomo quel giocattolo piacque talmente tanto che al suo settimo compleanno i nonni gli regalarono una batteria vera.

«La possiedo tutt’ora con grande affetto – dice – Da allora iniziai a prendere lezioni. E non smisi mai di farlo, eccezion fatta per le vacanze estive. Suonare la batteria era in me totalizzante».

Ed ora con questo premio, un primo assoluto, cosa pensi di fare?

«Lo stimolo è stato forte. Voglio continuare anche in futuro in questo mio impegno e passione».

Come ti è venuta l’idea di partecipare a questo concorso scolastico?

«Devo dire sotto l’incitamento degli insegnanti, in particolare sotto la guida del prof di musica, Moreno Mariani, che ha curato la mia preparazione. Secondo lui avrei avuto la qualità e le capacità per poterlo vincere. Aveva ragione. Grazie prof».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui