Controlli a tappeto sul territorio a Pasqua Foto MMPHMPH

IMOLA. Intensa attività di controllo da parte della polizia locale, polizia di Stato, carabinieri e Guardia di finanza sulle strade imolesi e del circondario sia sabato 11 aprile sia domenica di Pasqua, 12 aprile che oggi per verificare il rispetto delle disposizioni in materia di contrasto alla diffusione del coronavirus. In totale, fra sabato e domenica, giornata in cui il servizio di controllo è stato potenziato con 1 equipaggio in più sia al mattino che al pomeriggio, la polizia locale ha controllato 146 persone, elevando 11 sanzioni e 31 attività e esercizi commerciali, in questo caso senza rilevare alcuna violazione alle norme in vigore. I carabinieri a loro volta hanno verbalizzato una decina di sanzioni e la polizia controllato una sessantina di persone ma senza contestare infrazioni. Le strade imolesi sono apparse oggettivamente deserte e la maggior parte delle persone controllate si stava muovendo per ragioni o di lavoro o di assistenza ad altre persone quindi conformemente alle regole del decreto in vigore.

Fra i sanzionati, in particolare dalla polizia locale, ci sono due anziani pizzicati dentro gli orti pubblici in via Graziadei, nonostante la chiusura di tali aree imposte da ordinanza. Un’altra persona è stata fermata mentre si trovava a pescare sul Santerno in zona Codrignano. Per quanto riguarda le sanzioni, ci sono incappate due persone fermate, lontano dalla propria abitazione, una mentre in auto andava a pranzo dai genitori e l’altra mentre andava a pranzo da amici. C’era chi si recava dalla madre, ma non per assisterla, quindi per gli agenti di polizia locale senza giustificato motivo. In due casi sono state multate le mogli che accompagnavano i mariti: in un caso perché il consorte andava a dar da mangiare agli animali nella casa di campagna e nell’altro ad accudire la nipote a casa del proprio figlio. In tutti e due casi è stato ritenuto che non fosse giustificata la presenza della moglie in auto con il marito.

Argomenti:

controlli

coronavirus

imola

sanzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *