La stazione dei treni di Cattolica sarà rimessa a nuovo

La stazione dei treni di Cattolica sarà rimessa a nuovo

CATTOLICA. Il governo accende il semaforo verde per la nuova stazione di Cattolica: ci sarà anche un parcheggio per le bici e spazi per il Kiss&Ride (la sosta breve per chi accompagna i viaggiatori ai treni).
È stato firmato ieri a Roma, alla presenza del sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Roberto Traversi e dell’amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana Maurizio Gentile, il protocollo d’intesa per programmare gli interventi di riqualificazione dello scalo ferroviario cattolichino. Firmatari il sindaco di Cattolica Mariano Gennari e il direttore Stazioni di Rete ferroviaria italiana Sara Venturoni.

L’accordo prevede, in una prima fase, l’istituzione di un gruppo di lavoro, composto da rappresentanti di ciascuna delle parti che insieme, individuando strategie ed azioni congiunte, predisporranno un programma dettagliato delle azioni finalizzate alla valorizzazione della stazione di Cattolica e delle aree esterne. Numerosi gli interventi programmati da Rfi, all’interno e all’esterno del fabbricato viaggiatori: innalzamento dei marciapiedi (55 cm dal piano dei binari, standard europeo) per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni; riqualificazione del sottopasso pedonale; rinnovo delle pensiline; installazione di nuovi impianti di illuminazione e upgrade dei sistemi di informazione al pubblico. Ulteriori interventi interesseranno il sistema di accessibilità esterno, lato mare attraverso la riqualificazione dei servizi di attestamento del Tpl e di sosta, con la previsione di stalli dedicati alle persone a ridotta mobilità, un’area attrezzata per il Kiss&Ride e una ciclostazione, lato monte attraverso l’individuazione di un secondo accesso per i clienti provenienti dalle direttrici esterne con l’obiettivo di ridurre l’impatto di traffico sul centro della città.

«A breve andrò a visitare Cattolica personalmente» anticipa il sottosegretario Roberto Traversi. «Questa firma permette di avviare una proficua collaborazione con il Comune per individuare le aree di intervento che valorizzino il potenziale strategico della stazione di Cattolica» sottolinea Gentile. Mentre il sindaco Gennari aggiunge che «i lavori daranno alla nostra comunità e ai turisti una stazione del XXI secolo, pienamente funzionale e moderna». I lavori dovrebbero iniziare a ottobre per terminare prima dell’estate 2021. Il costo iniziale è di 200mila euro ma la cifra sarà sensibilmente più elevata.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *