Stazione ferroviaria, incontro europeo a Cesena per la rigenerazione

A partire da questa mattina, e fino a venerdì 19 novembre, Cesena ospiterà il meeting europeo di Kairòs, progetto finanziato dal programma Urbact III e nato con l’obiettivo di creare una rete di città europee che insieme sviluppino metodologie innovative di pianificazione urbana per la rigenerazione di aree ad elevato potenziale culturale e attrattivo che presentano fenomeni di degrado. L’Amministrazione comunale di Cesena partecipa al progetto con il piano di recupero dell’area della Stazione ferroviaria sulla quale sono in atto mirate e strutturate progettualità di rigenerazione e di riqualificazione degli spazi. Il meeting, ospitato nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana e partecipato dalle delegazioni delle città di Mula (ES), Sibenik (HR), Ukmerge (LT), Belene (BG), Heraklion (GR) e Malbork (PO), insieme ai due esperti sulle tematiche di rigenerazione, Miguel Rivas e Mirna Karzen, è stato aperto dai saluti dell’Amministrazione comunale

“Dopo circa due anni di incontri avvenuti online – commenta l’Assessora ai Progetti europei Francesca Lucchi – i partner di questo importante progetto europeo si incontrano nuovamente a Cesena per scambiare buone pratiche innovative di rigenerazione urbana relative alle aree che presentano fenomeni di degrado urbano, ma che potrebbero diventare un polo attrattivo di particolare importanza per chi abita il territorio di riferimento. Per quanto riguarda la nostra città, questa mattina abbiamo presentato il nostro Piano di Azione Integrato, sviluppato con il gruppo composto dagli stakeholder locali, compresi gli Istituti scolastici, che hanno avanzato proposte di azioni e collaborazione da realizzare nella zona della Stazione ferroviaria, area al centro delle azioni di questa Amministrazione comunale e che nei prossimi anni cambierà volto grazie all’avvio di nuovi servizi, pensiamo ad esempio a CesenaLab e al Centro per l’impiego, che presso lo stabile dell’ex Fricò troveranno una nuova sede”.

“Kairòs infatti – prosegue l’Assessora – si inserisce pienamente nelle Linee programmatiche 2019-2024 dell’Amministrazione comunale impegnata nella creazione di una ‘Cesena al lavoro per lo sviluppo e la crescita’. Anche per questo, e in continuità con il progetto ‘l’Altra Stazione’, abbiamo deciso di concentrare l’azione progettuale intorno all’area della Stazione con l’intento di avviare un percorso partecipato per progettare interventi di riqualificazione degli spazi e degli edifici, intrecciare progettualità innovative in grado di trasformare i punti di debolezza dell’area in un’opportunità di sviluppo, inclusione sociale, attrattività economica”.

Dopo i saluti dell’Amministrazione comunale, gli studenti della classe 5H del Liceo Linguistico “Ilaria Alpi” ha raccontato ai partner l’attività svolta tra ottobre e novembre nell’ambito di “Città resilienti”, il laboratorio di Arpae tenutosi nell’area della Stazione, come azione pilota di Kairòs, con cui hanno elaborato un’analisi approfondita dell’area, prendendo in considerazione gli aspetti climatici, di resilienza urbana, ma anche di utilizzo dell’area da parte di cittadini e delle persone che vi transitano.

Nella giornata di domani, giovedì 18 novembre si terrà una visita studio a Bologna per studiare le azioni di rigenerazione urbana e urbanismo tattico svolte all’interno del progetto “Rock”, finanziato dal programma H2020. Sarà inoltre questa l’occasione per conoscere anche delle buone pratiche del comune di Bologna nell’ambito della governance e del coinvolgimento degli stakeholder locali.

Le attività di Kairòs proseguiranno fino ad agosto 2022 e produrranno oltre al documento finale del Piano di Azione Integrato, anche altre azioni di piccola scala nella zona Stazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui