Stazione di Rimini, si valuta un sottopasso ciclopedonale nell’area del Settebello 

Proseguono i lavori per lo ‘sfondamento’ del sottopasso centrale della stazione ferroviaria, opera avviata ufficialmente ad inizio gennaio e che consentirà il superamento della separazione tra zona mare all’altezza viale Trieste e il rinnovato piazzale Cesare Battisti. Un’opera inserita nel protocollo d’intesa tra Comune di Rimini, Rete Ferroviaria Italiana, FS Sistemi Urbani e Regione Emilia-Romagna, che attraverso una serie di interventi andrà a migliorare l’accessibilità, la qualità urbana e i collegamenti di una delle porte di accesso della città, ricucendo una frattura storica tra la marina e il centro.   

“Un’innovazione che dunque permetterà di migliorare la fruibilità del comparto –sottolineano gli assessori alla mobilità e ai lavori pubblici Roberta Frisoni e Mattia Morolli – sia mettendo a sistema la rete di servizi pubblici a servizio della zona turistica, sia migliorando i collegamenti con il centro storico, integrandosi con gli altri interventi in via di realizzazione e in fase di progettazione. Per alleggerire lo scorrimento di via Tripoli e migliorare la circolazione attorno al centro storico e accompagnare le prospettive di rigenerazione dell’area stazione infatti, l’Amministrazione sta lavorando su più fronti. Si sta studiando la realizzazione di un nuovo asse viario che dalla nuova rotonda di “Bigno” – attualmente in corso di progettazione e già prevista dal bilancio 2022 – passando da via 9 febbraio 1849, raggiunga via Ugo Bassi. Un intervento possibile utilizzando la cessione di viabilità connessa alla realizzazione della Nuova Questura entrata nei mesi scorsi nella disponibilità dell’Amministrazione e funzionale per la presenza di tanti punti di interesse come il Flaminio, lo stadio, il polo scolastico della Colonnella.   

“In prospettiva – prosegue l’assessora Frisoni – nell’ambito degli studi connessi alla riqualificazione dell’area stazione e alla ricucitura tra la stessa e il centro storico, l’Amministrazione sta anche valutando la possibilità di realizzare un sottopasso sull’asse di via Roma, all’altezza dell’area del Settebello: un’infrastruttura che consentirebbe di eliminare l’attuale attraversamento pedonale a raso, andando così a migliorare la circolazione su via Roma e il collegamento centro mare per chi si sposta a piedi, in armonia e a completamento del ponte ciclabile che collega la parte a mare con Parco Cervi”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui