Anche la 63ª edizione del “Festival di Castrocaro” deve fare i conti con il Covid-19: impossibile tenere una manifestazione tanto seguita dal pubblico nella piazza di Terra del Sole che aveva ospitato le ultime edizioni. Si è tornati quindi alle origini, quando la kermesse era ospitata nel Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme.

Lucio Presta di Arcobaleno Tre, che gestisce l’organizzazione, la sindaca di Castrocaro Marianna Tonellato e Lucia Magnani, amministratrice delegata della Health Clinic delle Terme di Castrocaro, hanno trovato infatti un modo in cui la sicurezza e lo spettacolo potessero andare di pari passo: e la finale della 63ª edizione, che si è svolta qualche giorno fa nel Padiglione delle Terme a porte chiuse, sarà trasmessa su Rai 2 e Rai Radio 2 oggi in prima serata, dalle 21.20 circa, con la conduzione di Stefano De Martino.

«Come Amministrazione e come cittadini sentiamo forte l’esigenza di garantire alla nostra cittadina una visibilità prestata negli anni dalla manifestazione – afferma infatti la sindaca –. Così, fermo restando l’altissimo contenuto artistico del Festival e la preziosa occasione che si dà a giovani talenti, siamo soddisfatti di vedere che il marchio di Castrocaro continuerà a essere pubblicizzato su canali importanti come le reti televisive pubbliche, senza soluzione di continuità rispetto al passato».

Molto originale la composizione della giuria, formata da Bugo, Maria Antonietta, dal produttore Taketo Hohara e da Riccardo dei Pinguini Tattici Nucleari. «La giuria, in questo caso – spiega Lucio Presta – svolge infatti un ruolo del tutto innovativo rispetto agli otto giovani: non maestri che bacchettano gli allievi, ma complici, che insieme a loro sul palco suonano, cantano e danno consigli durante una parte della loro esibizione. È possibile così mantenere la leggerezza, il piacere e la gioia che caratterizzano un evento dedicato ai giovani, pur nella serietà e nell’importanza della manifestazione: non dimentichiamo infatti che il vincitore sarà ammesso di diritto all’audizione dal vivo del 71° Festival della canzone italiana di Sanremo, nella sezione “Nuove proposte”».

Gli otto finalisti saranno giudicati anche da una giuria di esperti di Radio 2 e dal pubblico, attraverso gli ascolti sulla piattaforma TimMusic, mentre la serata è movimentata, fra gli altri ospiti, dagli Arteteca, duo comico di “Made in Sud”.

«Ospitando il Festival nel prezioso Padiglione delle Terme – sottolinea Lucia Magnani – la nostra azienda, l’elemento privato, si impegna a dare un contributo che diventa pubblico: lo fa per i giovani artisti impegnati e per dare loro opportunità di carriera, lo fa per il territorio, e anche per valorizzare un gioiello di art deco così bello da farci pensare a bissare l’esperimento anche nel 2021».

«In un anno in cui nulla era da dare per scontato – commenta la sindaca Tonellato – considero un successo essere riuscita a realizzare il Festival, anche se il pubblico lo vedrà registrato e in differita. Le condizioni apocalittiche dal punto di vista sanitario, nella stragrande maggioranza dei casi, non hanno permesso l’organizzazione di eventi e hanno determinato l’annullamento dei programmi Rai dal vivo. Castrocaro invece insieme a “La notte della taranta” è uno fra i pochissimi spettacoli registrati live e confermati nel palinsesto Rai 2020 mentre su Rai Due, in prima serata, verrà anche trasmesso un videoclip con le bellezze di Terra del Sole, le colline dello Spungone e, ovviamente, le nostre magnifiche terme: un successo frutto di un grande lavoro di squadra».

Attenzione quindi anche ai telegiornali di oggi su Rai Due alle 13 e alle 20, in cui avverrà il lancio del programma serale, «un motivo di speranza – conclude Presta – anche per quelle 400.000 famiglie di operatori dello spettacolo dal vivo, che tanto hanno sofferto e che ancora non sanno quando vedranno davvero la luce in fondo al tunnel».

Info: 0543 769631
www.visitcastrocaro.it
www.festivaldicastrocaro.tv

Argomenti:

festival

musica

rai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *