FORLI’. La Polizia di Stato ha arrestato un 20enne egiziano, residente a Milano, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura meneghina emessa per i reati di atti persecutori (“stalking”), sequestro di persona e rapina aggravata – poiché commessa con armi, consumati negli ultimi mesi nel capoluogo lombardo in concorso con un coetaneo contro un altro coetaneo. I comportamenti che hanno composto i gravi capi d’accusa vanno dalle numerose aggressioni fisiche – finanche con la privazione della libertà personale legando la vittima ad una sedia – e l’appropriazione con metodi violenti di capi di abbigliamento, contornati da continue vessazioni pervenute anche attraverso i social network, sui quali venne pure pubblicata la “diretta” video del momento più grave, quello del sequestro di persona, allorquando la vittima venne legata, schiaffeggiata e minacciata con un coltello. Il tutto pare sia nato da una contesa amorosa al riguardo della frequentazione di una 17enne milanese, anche se dalle indagini svolte dal Commissariato “Scalo Romana” della Questura di Milano emerge anche una più inquietante vicenda legata alla ritorsione causata dal rifiuto del denunciante di prendere parte ad una rapina a danno di uno spacciatore. Dopo la denuncia, il giovane aveva fatto perdere traccia di sé allontanandosi dalla Lombardia per ignota destinazione. L’arresto avvenuto a Forlì è la risultante dell’intenso e costante servizio di controllo del territorio realizzato dalle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, nell’ambito delle direttive impartite dal Questore Lucio Aprile.

Argomenti:

Forlì

milano

polizia

rapina

stalking

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *