“Soundscreen film festival”, tutti i vincitori

La settima edizione di Soundscreen Film Festival, la manifestazione cinematografica interamente dedicata alla musica, è giunta al termine. Domenica 2 ottobre 2022 è andato in scena l’ultimo atto del festival organizzato dall’associazione culturale Ravenna Cinema, in convenzione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, con il contributo del MiC – Ministero della Cultura, della Regione Emilia-Romagna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in collaborazione con Bronson Produzioni e OpenDDB Produzioni dal basso. Durante la cerimonia di chiusura, la giuria del Concorso Internazionale per Lungometraggi (composta dallo scrittore Stefano Bon, dal musicista Luca Maria Baldini e dal giornalista Iacopo Gardelli) ha assegnato i seguenti premi:

Premio Miglior Film Lungometraggio: “ME and the beasts” di Nico Manzano

Per il grande valore estetico di quest’opera prima che riesce a raccontare senza cadere nel didascalico la situazione del Venezuela di oggi utilizzando il percorso di un musicista; con particolare apprezzamento per l’autore nella doppia veste di regista e compositore”.

Premio alla Miglior Regia: “Maffy’s jazz” di Deniz Yuksel Abalioglu

Per la grande capacità di catturare in modo poetico la solitudine di un artista e per raccontare come il jazz valichi qualsiasi confine geografico e si contamini ovunque senza perdere mai la sua forma originaria”.

Premio Maurizio Principato al Miglior Contributo Musicale: “Me and the beasts” di Nico Manzano

Per la riuscita relazione tra immagini e suono, per la qualità musicale che richiama la sonorità di autori come Beach House, Nicolas Jaar e Devendra Banhart e per la valorizzazione, in chiave contemporanea, del patrimonio musicale venezuelano”.

Menzione Speciale della Giuria: “Requinto” di Bahador Zamani

Per la forza delle immagini al servizio di una storia di straordinaria attualità, dove il talento femminile si oppone all’assurdità delle regole del regime iraniano”.

Il voto del pubblico Soundscreen 2022 ha attribuito il Premio al Miglior Film Cortometraggio a: “Work it class” di Pol Diggler

Albert Bucci, Direttore Artistico, ringrazia a nome di tutto il Festival: “Prima di tutto il pubblico, che ha partecipato a tutti gli spettacoli. Ringraziamo senza retorica i partner istituzionali e privati che sostengono Soundscreen: il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, il MiC- Ministero della Cultura, la Regione Emilia-Romagna, la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Ringraziamo tutti coloro con cui abbiamo collaborato nella realizzazione del Festival: Bronson Produzioni, ScrittuRa Festival, la Fondazione Flaminia, la Cineteca di Bologna, Open DDB. Ringraziamo i registi di tutti i film del festival e tutti gli artisti che hanno realizzato le sonorizzazioni. Ringraziamo i giurati Luca Maria Baldini, Stefano Bon, Iacopo Gardelli.

In allegato foto della Cerimonia di Premiazione (foto di Luca Di Giorgio). Si ricorda che fino al 9 ottobre una curata selezione del concorso internazionale – i cortometraggi Le Monde de Lucie, Danzamatta e The Voice e i lungometraggi Gravel Road, doc on the road di Tristan Pemberton, I’m Full of It! scatenato documentario sulla scena punk portoghse di Pablo Miguel Antunes, il dramma di formazione iraniano Requinto di Bahador Zamani – fanno parte della proposta online gratuita resa disponibile dal Festival sulla piattaforma OpenDDB: https://festival.openddb.it/soundscreen-2022/

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui