Sospetto caso di mucca pazza a Ravenna, eseguita l’autopsia

RAVENNA. E’ stata eseguita oggi all’ospedale Bellaria di Bologna l’autopsia sulla 59enne ravennate morta il 5 maggio scorso al Santa Maria delle Croci di Ravenna per un sospetto caso di Creutzfeldt-Jakob, una cui variante è meglio nota alla opinione pubblica come “morbo della mucca pazza”.
La particolare precauzione è stata chiesta dal pubblico ministero ravennate Monica Gargiulo nell’ambito dell’indagine che vede 40 persone tra medici e paramedici indagati per omicidio colposo distribuiti tra i reparti di Malattie Infettive e Neurologia dell’ospedale di Ravenna (tutti quelli venuti a contatto con la paziente). Il contagio può infatti avvenire anche per ingestione di materiale infetto: da qui le precauzioni speciali a cui sono stati chiamati gli anatomo-patologi Carmine Gallo e Irene Facchini, esperti nella diagnosi del morbo, incaricati dalla Procura ravennate. A rivolgersi alla magistratura era stata la figlia della donna. Entro sessanta giorni saranno rese noti i risultati dell’accertamento effettuato oggi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui