Sorpresi con 150 chili di vongole: fuga e panico a Porto Corsini

Sorpresi a pescare abusivamente vongole con una potente turbo-soffiante nella valle Baiona, hanno tentato la fuga inscenando pericolose manovre evasive che sono proseguite anche a riva, nel centro abitato di Porto Corsini. L’inseguimento della Polizia provinciale, mercoledì notte, si è concluso con la denuncia di tre persone, già note alle forze dell’ordine. Nei guai sia i due pescatori sia il “palo” che li aspettava a bordo di un furgone, nel quale avrebbero dovuto caricare i 150 chili di molluschi appena pescati. Sono invece incappati nel servizio di controllo, finalizzato a preservare la zona di acque non classificate, da pratiche pericolose per l’igiene e la sanità pubblica e dannose per l’ecosistema. Mercoledì, la rocambolesca fuga attraverso i canali della pialassa, dopo avere abbandonato il pescato, è proseguita nel furgone, condotto dal terzo complice. Il mezzo è sgommato via verso Porto Corsini, per essere poi intercettato da una pattuglia via terra. La corsa tra le strade piene di persone della località costiera, si è conclusa nel panico generale, quando il conducente ormai senza via d’uscita ha deciso di arrendersi. Sequestrato il pescato ed entrambi i mezzi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui