Sorelle olandesi cercano il padre Italo a Riccione: l’appello

RICCIONE. Sulle tracce del proprio passato. E’ con un post su Facebook che l’olandese Sanny Biemans si è messa alla ricerca del padre biologico. Anche lei, come tanti altri nord europei, è figlia dell’amore tra una donna del Nord e un giovane riminese, ma più probabilmente riccionese. I suoi genitori si sono amati sotto il sole della riviera romagnola, ma poi, una volta finita l’estate, di quegli incontri non sono rimaste che le parole impresse nelle lettere d’amore datate 6 agosto 1969 che lui, Italo, ha scritto a lei, Truus. “L’amore senza baci è come un giardino senza fiori”, scriveva infatti il giovane italo alla bella olandese. Da quei baci, però, sono nate anche due sorelle gemelle, tra cui Sanny, date in adozione dalla madre biologica a una famiglia olandese. L’identità della madre “vera”, però, Sanny e la sorella l’hanno scoperta solo dopo la sua morte, nel 1997. E con il suo nome e cognome, anche le lettere d’amore di Italo e le foto che la ritraggono in riviera, a Riccione, all’altezza del piazzale Azzarita, nell’estate del 1969, in bikini rosa e codini. Ed è proprio Italo che ora Sanny e la sorella stanno cercando,  desiderose di dare finalmente  un volto e un cognome all’uomo che ha dato loro la vita.

Le poesie di Italo scritte nel 1969

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui