Solo posti in piedi per il bus da Cesena a Forlì: proteste

«Non è così da oggi è così da molti anni. Ogni anno Start dice che porrà rimedi e monitorerà le linee per capirne i flussi ed intervenire. Puntualmente non cambia mai nulla».
Sono molto più arrabbiati che non rassegnati i genitori degli studenti, quasi tutti delle superiori, che ogni giorno di scuola che abbiano l’uscita alle 14 devono sfruttare la corsa numero 92 in partenza dal Punto Bus della stazione. Con i dettami di viaggio dovuti al Covid poi la situazione è sol che peggiorata.
«Venerdì la corsa delle 14.15 era talmente stipata che l’autista ha dovuto urlare ai ragazzi che si accalcavano che avrebbe caricato un massimo di altre 30 persone. Che però sarebbero dovute salire e stare in piedi. Significa che dentro a sedere e non solo era già tutto pieno. In tanti sono rimasti fuori. C’è chi deve tornare a casa a Forlì dopo la scuola. E prendendo il bus successivo arriva attorno alle 15.30 perdendo molto tempo. Ma anche chi semplicemente deve tornare in periferia, tra Torre del Moro e Diegaro, se non ha la “fortuna” di poter essere tra coloro che vengono stipati a bordo arrivano a casa quasi alle 15 con quello dopo. Pranzando ad orari improbi ed iniziando le attività di studio pomeridiane in ritardo. Se c’è tanta gente che usa quella linea non dovrebbe essere così difficile raddoppiare gli autobus. Ma evidentemente lo è perché nessuno sembra averci mai pensato».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui