Non solo a Natale. Il duomo di Forlì illuminato tutto l’anno

FORLI’. Settembre andiamo, ma non è tempo di migrare come scriveva Gabriele D’Annunzio pensando ai suoi pastori d’Abruzzo. È tempo di pensare al Natale. Cosa c’è di strano? Nulla in realtà, perché in questo mese scade la convenzione tra Comune e Fiera di Forlì per la gestione degli eventi in centro storico, quelli natalizi compresi, e ieri in commissione consiliare l’assessore al Bilancio Vittorio Cicognani ha annunciato che l’Amministrazione farà da sé e allestirà luminarie e metterà a disposizione fondi per eventi nelle festività di Natale e Capodanno investendovi 260mila euro. Più di quanto mise in campo la giunta precedente per lo stesso periodo, ossia 213.866 euro.

Carica unificata
Lunedì in consiglio comunale verrà proposta la delibera di variazione di bilancio con la quale si autorizza questa spesa, coperta interamente da risparmi di pari importo apportati su altre voci ed è proprio qui che si cela una delle due vere novità correlate all’iniziativa che prevede 100mila euro da destinare a festoni e luminarie e 50mila per Capodanno e altri progetti. Sì, perché i tagli necessari a coprire l’investimento sono principalmente sulle spese per consulenze e patrocini legali che il Comune internalizzerà (110mila euro) e sull’unificazione di due figure apicali della “macchina”. Su precisa indicazione del sindaco Gian Luca Zattini, il Comune rinuncia ad avere sia un segretario generale, sia un direttore generale. Da ottobre ci sarà una figura unica che deterrà entrambe le funzioni «garantendo più immediatezza nella presa in carico di situazioni ed esigenze dell’ente e nelle risposte».

E il minareto?
Non è solo questa, però, la novità della delibera presentata ieri. Dei 260mila euro d’investimento per il Natale, 110mila riguardano l’illuminazione di tutti i 27 campanili delle chiese di Forlì. Una decisione assunta in accordo con la Diocesi e i cui riflessi si protrarranno ben oltre le feste invernali. Con una spesa di 4mila euro cadauna, ogni torre campanaria cittadina sarà illuminata tutte le sere dell’anno. In pratica dall’Immacolata Concezione in poi, luce sarà per 365 giorni su 365. «Avete chiesto di illuminare anche il minareto della Moschea di via Masetti?» chiede il capogruppo Pd Soufian Hafi Alemani. «Potevamo, ma non lo abbiamo chiesto» replica tranchant l’assessore Cicognani.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui