IMOLA. Ben venga la manifestazione nazionale di Cgil-Cisl-Uil l’1 maggio a Bologna. Ma la Cgil di Imola fa sapere che manderà là solo una delegazione. Pur condividendo «tutto ciò che è stato concordato nell’esecutivo nazionale unitario e soprattutto la necessità di continuare a ribadire le nostre ragioni ad un governo che non ci sta ascoltando, con manifestazioni unitarie che proseguiranno fino alla fine di giugno» il gruppo dirigente ha «deciso congiuntamente di rimanere nelle piazze di Imola e Castel San Pietro».

«Le motivazioni che ci hanno portato ad assumere tale decisione sono legate soprattutto al valore storico e politico della festa dei lavoratori – spiega in una nota il sindacato –. In questa ricorrenza, proprio chi rappresenta i lavoratori e i loro diritti non può non essere presente in piazza anche sul territorio, dove continuiamo ad incontrare difficoltà nel farci ascoltare dalle forze politiche sul tema del lavoro. Come organizzazioni sindacali abbiamo richiesto più volte di istituire un tavolo circondariale per condividere con tutte le forze sociali, sindacati e associazioni imprenditoriali, le problematiche ed elaborare insieme strategie di rilancio dell’economia territoriale. Non abbiamo però ricevuto risposte da nessuno. Siamo contenti di venire classificati tradizionalisti se si tratta di voler coltivare e tramandare alle nuove generazioni il valore del Primo Maggio. È importante essere in piazza per i tanti lavoratori e pensionati che lo reputano un momento di aggregazione per ascoltare gli interventi sindacali e prendere i garofani, simbolo della giornata. Queste convinzioni le abbiamo esposte a Cisl e Uil locali, chiedendogli di partecipare con una delegazione anche nelle nostre piazze. Non crediamo si debba parlare di rottura, ma piuttosto di una diversità di opinioni e di modelli organizzativi. Possiamo comprendere la necessità di partecipare in maniera massiva a Bologna per Cisl e Uil che sono di Area Metropolitana, ma per la Camera del Lavoro di Imola, che è autonoma, è importante presidiare le piazze, come avverrà in altre città della regione, ed essere comunque rappresentata da una delegazione alla manifestazione di Bologna».

Argomenti:

BOLOGNA

cgil

imola

primo maggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *