Solfrizzi all’Arena dei pini di Cervia

La pandemia che ha penalizzato il teatro al chiuso vede il ritorno a Cervia di un cartellone del teatro d’estate, a ricordo, più di vent’anni fa, del teatro sotto le stelle nell’Arena della Sirena. Accademia Perduta promuove una “stagione teatrale” inedita, nel verde salubre dell’Arena dei Pini di Milano Marittima, otto titoli di cui quattro di spettacolo “family”.

«Il teatro a Cervia gode di un pubblico numeroso e affezionato d’inverno – dice il direttore Ruggero Sintoni –. Pubblico che d’estate si allarga a turisti e appassionati che possono godere di un teatro gioioso sotto le stelle, ben fatto, di qualità, ma anche spettacoli in grado di portare leggerezza dopo mesi tanto difficili».

I personaggi

Nomi conosciuti al grande pubblico si misurano con il gioco e la verità del palcoscenico dal vivo. Ad aprire venerdì 9 luglio alle 21.15, è l’attore Emilio Solfrizzi, con il testo “Roger” scritto e diretto da Umberto Marino. In forma di monologo, e investe di tennista, racconta una partita immaginaria e tragicomica tra un numero due e un inarrivabile fuoriclasse numero uno di nome Roger. Righe bianche disegnate e due sole sedie aiutano a immaginare la grande partita (euro 22).

Due volti femminili amati, l’ironica Paola Quattrini e la più televisiva Paola Barale, condividono la scena martedì 20 luglio insieme a Mauro Conte per “Slot” scritto e diretto da Luca De Bei. Commedia divertente e graffiante, fra una madre ingombrante e moglie ferita, una donna più equilibrata messa alla prova nelle certezze, e un figlio condizionato dai genitori, dietro ai quali si cela lo spettro del gioco d’azzardo (euro 22).

Un testo più intimo e personale, giovedì 5 agosto, lo presenta Paolo Conticini, attore che ha spaziato dal cinema al teatro alle soap opera fino a “Ballando con le stelle”. Sua la perfomance-reading “La prima volta” che ha scritto con Luigi Russo. L’attore legge, canta e racconta di sé, di famiglia, studi, primi lavori, dell’incontro con Christian De Sica, tra aneddoti e verità (euro 22).

Si rivede l’operetta domenica 8 agosto; torna l’atmosfera frizzante de “La vedova allegra” di Franz Léhar, anche se in versione “cameristica” (le restrizioni impediscono grandi cast). A portarla inscena in una riduzione è Elena D’Angelo che cura pure regia e adattamento (euro 20).

Un beniamino del buonumore fra i più amati è Giuseppe Giacobazzi, al secolo Andrea Sasdelli; martedì 17 agosto torna a Cervia nel recital dell’estate “Del mio meglio”, best of di 20 anni di palcoscenico e teatro dal vivo. Un’antologia di monologhi che il comico immagina come il suo “album delle figurine” (euro 30).

Ragazzi e famiglie

Favole classiche e racconti contemporanei e originali si aprono a piccoli e grandi. Mercoledì 4 agosto alle 21.15 è di scena “Il lungo viaggio del coniglio Edoardo” produzione di Accademia Perduta di e con Maurizio Casali e Mariolina Coppola per la regia di Claudio Casadio. Teatro d’attore e di figura con musica dal vivo che racconta del coniglio di porcellana Edoardo. La Fondazione Aida è protagonista mercoledì 11 agosto con la rivisitazione de “I tre porcellini” su musiche rock e country; mercoledì 18 agosto “I musicanti di Brema” dalla favola dei Grimm, con musiche e canzoni dal vivo. Si chiude il 1 settembre con “Valentina vuole”, piccola narrazione per attrici e pupazzi di Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti, con Elena Gaffuri e Francesca Grisenti e pupazzi Ilaria Comisso. Valentina ha tutto ma le manca qualcosa. Il costo è di 5 euro a spettacolo.

Info: 0544 975166

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui