Solarolo, vuole buttarsi dal cavalcavia dell’autostrada: la Polizia di Forlì sventa il suicidio

Una donna di 53 anni originaria del modenese è stata salvata dalla Polizia di Stato appena prima che si gettasse nel vuoto dall’autostrada. E’ accaduto all’alba di qualche giorno fa, quando una pattuglia della Stradale di Forlì stava facendo rientro in sede al termine del servizio notturno. Nonostante la foschia delle prime ore del giorno, nel percorrere il cavalcavia che unisce l’autostrada A/14 bis con la A/14 (all’altezza di Solarolo) i poliziotti hanno notato dall’altra parte della strada un’auto bianca, con accanto una donna che guardava il traffico sottostante, sporgendosi oltre le recinzioni con quasi tutto il busto.

Intuendo le intenzioni della donna, i poliziotti hanno subito lanciato l’allarme via radio alla Centrale Operativa di Bologna e si sono precipitati sul punto sottostante dell’autostrada per convincerla a non commettere gesti estremi. La donna, accogliendo il loro invito accorato, si è rimessa dietro le protezioni continuando però a minacciare di lanciarsi. I poliziotti hanno continuato a parlare con lei per cercare di tranquillizzarla.

Nel frattempo è giunta sul posto anche una pattuglia della Sezione di Ravenna e i poliziotti, per non perdere tempo e arrivare il prima possibile vicino alla donna, hanno risalito a piedi la scarpata del cavalcavia e l’hanno raggiunta. Dopo pochi minuti lei, finalmente, ha desistito dai suoi propositi e li ha abbracciati, lasciandosi andare ad un pianto liberatorio.

Poco dopo è arrivata anche un’ambulanza per i controlli del caso ma i poliziotti non hanno voluto lasciarla sola, accompagnandola fino all’ospedale di Ravenna per aiutarla in questo momento delicato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui