Solarolo, i sindacati dei pensionati chiedono un centro sociale al sindaco Briccolani

I sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil di Solarolo, nel corso di un incontro con il sindaco Stefano Briccolani, hanno consegnato un documento al primo cittadino in cui sono contenute alcune proposte per il territorio. Tra queste vi è la realizzazione di un centro sociale, di cui al momento la località è del tutto sprovvista, capace di accogliere donne e uomini di tutte le generazioni dove le persone possano trovare occasioni di incontro, svago, relazioni sociali, culturali e scambi di interessi.

“I sindacati – si legge in una nota – ritengono, inoltre, necessario reperire fondi per la sistemazione e un migliore utilizzo dell’area da sempre chiamata “Gioco delle bocce”, affinché diventi fruibile anche nel periodo invernale. È inoltre stata avanzata la proposta di individuare una diversa collocazione della biblioteca comunale, che sta riscuotendo molto successo per la quantità di libri concessi in prestito. Attualmente è collocata in uno stabile molto datato e non troppo funzionale, occorre trovare una soluzione in modo da rendere la biblioteca più accessibile e fruibile.

Altro tema riguarda i servizi socio-sanitari, socio-assistenziali e la casa di riposo “V.Bennoli”. Si tratta di attività molto preziose che interessano non solo gli anziani del territorio solarolese. Le organizzazioni sindacali hanno sollecitato il sindaco a farsi carico e portare nelle sedi opportune alcune rivendicazioni, finalizzate a un miglioramento di questi servizi e della struttura della casa di riposo.

Va, infine, approfondito il progetto di realizzazione di un’area abitativa in Co-Housing nella zona a Sud di Solarolo. Vi è un impegno condiviso a discuterne dal prossimo incontro previsto nel prossimo febbraio.

Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil esprimono un giudizio positivo sull’incontro e sono pronti a collaborare con il sindaco e tutta l’amministrazione comunale di Solarolo, mettendo a disposizione il proprio costruttivo contributo per migliorare le condizioni di vita di tutti i cittadini”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui