Sogliano: progetto da 1.5 milioni per l’ ex edificio delle scuole

Bando di partecipazione, Sogliano ottiene 15mila euro e dà il via alla consultazione dei cittadini per un progetto da un milione e mezzo di euro per il recupero della ex scuola Pascoli. L’amministrazione guidata da Tania Bocchini mette a segno un colpo sui contributi da parte della Regione Emilia-Romagna, previsti a sostegno dei processi partecipativi della legge regionale numero 15/2018 (“Legge sulla partecipazione all’elaborazione delle politiche pubbliche”). Aveva presentato come progetto il “C.O.N. Centro per condividere opportunità nuove per un centro storico più vitale”.

Il bando per i contributi

La giunta regionale aveva previsto dei fondi a sostegno dei processi di partecipazione degli enti locali, altri soggetti pubblici e soggetti giuridici privati, ossia associazioni, comitati, cooperative, purché avessero ottenuto l’adesione formale dell’ente responsabile titolare della decisione oggetto del processo partecipativo. I criteri da rispettare nell’elaborazione del progetto di partecipazione venivano indicati in un bando la domanda andava presentata entro il 10 dicembre scorso. La graduatoria, promessa in un mese, è già stata approvata dalla Regione. Ora i progetti dovranno essere avviati entro il 15 febbraio e avere una durata non superiore a sei mesi dal giorno di avvio. Tra i 36 progetti approvati e decisi insieme ai cittadini, che premia il 51% del totale dei progetti presentati, con uno stanziamento totale di 529mila euro, c’è anche quello di Sogliano.

Ex scuola da recuperare

Per il recupero dell’ex scuola “Pascoli” del capoluogo che si affaccia su piazza Matteotti, dove c’è anche la “fontana delle farfalle” di Tonino Guerra, nel piano degli investimenti approvato dal Comune nei giorni scorsi sono previsti per l’anno 2023 600mila euro e per l’anno 2024 altri 900mila. Oggi dopo l’apertura delle nuove scuole “Sambi” appena fuori dal centro, nel fabbricato dell’ex scuola Pascoli hanno sede momentaneamente alcune associazioni e mostre, come quella dell’Associazione astrofili Vega, un’attività per anziani denominata “Riattivamente”, mentre la polisportiva del luogo usa la palestra.

Soddisfatta la giunta

«In campagna elettorale avevamo messo al primo posto la partecipazione con cittadini, associazioni e commercianti – afferma soddisfatta la sindaca Tania Bocchini – oltre ad azioni per il recupero di fabbricati pubblici per stimolare la vivacità nei centri storici, con tanto di riqualificazione degli spazi aggregativi. Ora questo contributo, seppure di piccola entità, ci dà modo di lavorare subito e in maniera condivisa con cittadini e commercianti alla progettazione degli investimenti. Siamo oltremodo soddisfatti di essere entrati nella graduatoria finale. Ora ci attiveremo subito per rispettare il termine nei percorsi condivisi, che siano incontri, passeggiate, proiezione di progetti, o altro suggerito anche dai cosidetti soggetti “facilitatori”. Il termine del 15 febbraio è davvero dietro l’angolo. Tutto il lavoro svolto, poi, sarà prezioso in vista degli investimenti previsti per il 2023-2024, rispettivamente per 600mila e 900mila nei due esercizi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui