Benvenuti a Sogliano, il paese dove la discarica è un tesoro e le tasse non crescono

Primo bilancio di previsione per l’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Tania Bocchini. Due sere fa, si è svolto il Consiglio comunale che, in pieno accordo con i gruppi sia di maggioranza sia di minoranza, si è tenuto in videoconferenza per permettere la più ampia partecipazione. «Per i prossimi Consigli comunali ci stiamo attrezzando per la modalità mista, sia in presenza che da remoto – informa la sindaca Tania Bocchini – visti i numerosi casi di isolamento domiciliare e contagi. Rimaniamo sempre molto attenti a garantire la pubblicità delle sedute: il Consiglio di giovedì sera era visibile in diretta streaming».

Il bilancio

Durante la serata, è stato approvato il bilancio di previsione 2022-2024, con una previsione di entrata e spesa per l’esercizio 2022 di 19 milioni e 866.504 euro e di 17 milioni e 825.657 euro per gli esercizi successivi. «Abbiamo confermato il livello attuale di tassazione – sottolinea la sindaca – che prevede aliquote e tariffe in misura contenuta e la non applicazione dell’addizionale Irpef. Le entrate tributarie ammontano a a 970.763 euro per ciascun esercizio».

Le entrate extratributarie invece costituiscono l’86,8% delle entrate correnti. La maggior parte di questi introiti deriva dalla gestione della discarica nella località di Ginestreto. «Come avevamo indicato nelle nostre linee programmatiche, abbiamo ridotto il conferimento dei rifiuti di 8.000 tonnellate rispetto al 2021 – fa notare Bocchini – per consentire un allungamento del tempo di coltivazione del sito. Anche la previsione di dividendo da parte della “Sogliano Ambiente Spa”, previsto in 1,6 milioni di euro, è inferiore rispetto al 2021, quando era pari a 2,1 milioni, perché vogliamo lasciare a disposizione della società più risorse da utilizzate per innovazione e sviluppo. Gli investimenti finanziati ammontano a euro 4 milioni e 357.872 euro per il 2022 e a poco più di 2,4 milioni per gli esercizi successivi. È nostra intenzione potenziare la capacità di investimento dell’ente mediante la partecipazione a bandi per l’erogazione di fondi pubblici, in via prioritaria sui fondi previsti da Pnrr. Ci stiamo già muovendo in tal senso, anche se siamo in amministrazione da pochi mesi. I progetti ai quali stiamo lavorando hanno come obiettivo il contrasto all’abbandono e allo spopolamento dei nostri piccoli borghi sparsi sul territorio: abbiamo già iniziato a tal proposito un percorso di coinvolgimento del settore privato e delle associazioni».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui