Sogliano al Rubicone, inaugurata la scuola d’infanzia “Sambi”

 Il polo scolastico di Sogliano al Rubicone diventa realtà. È stata  inaugurata questa mattina la nuova scuola dell’infanzia, intitolata a monsignor Pietro Sambi, che- originario di qui – fu nunzio apostolico in Israele e a Washington. Ospiterà i bambini da 0 a 6 anni in due sezioni, oggi divise tra le materne “Giovanni Pascoli” e “Piero Calamandrei”.

Con questa struttura si completa il primo polo educativo della cittadina del Cesenate. Il Comune di Sogliano ha scelto infatti di riunire in un unico complesso tutte le scuole attualmente presenti sul suo territorio, dal nido alla media, in attuazione delle disposizioni ministeriali del 2016 che prevedono l’accorpamento di più ordini di scuole in un’area circoscritta, per favorire lo scambio di esperienze tra bambini di età diverse e promuovere la continuità didattica.  Con l’inizio del prossimo anno scolastico (2021-22) si trasferirà nel polo anche la scuola elementare “Giovanni Pascoli”.

Alla cerimonia di inaugurazione, questa mattina, hanno partecipato l’assessore regionale alla Scuola e Università, Paola Salomoni anche in rappresentanza del presidente Stefano Bonaccini, il sindaco di Sogliano Quintino Sabattini e la vicesindaca Rossana Laghi, oltre alla dirigente del polo scolastico cui fa capo la scuola materna, Giovanna Falco. Presente anche il vescovo di Rimini, monsignor Francesco Lambiamo, che ha ricordato la figura di monsignor Pietro Sambi.

Un momento dell’inaugurazione

La struttura

La scuola “Sambi”, costata oltre 2,3 milioni di euro, totalmente a carico del Comune, sorge in una zona verde fuori del centro abitato, dove sono già presenti gli edifici della scuola media ed elementare. L’edificio è realizzato, come gli altri del plesso, ai piedi di una collinetta boscata, su un terreno in forte pendenza e terrazzato, dove sono stati creati orti didattici e aree gioco.  È una scuola all’avanguardia sotto tutti i profili: la struttura in legno e i materiali ecologici utilizzati garantiscono la salubrità degli ambienti; l’isolamento acustico, l’integrazione fra illuminazione interna ed esterna, l’areazione dei locali e la climatizzazione separata per ogni ambiente offrono il massimo comfort ambientale ai bambini e al personale. Nei prossimi mesi saranno realizzati anche il campo sportivo polivalente e l’aula magna, oltre ad ulteriori spazi dedicati ai laboratori per le scuole primaria e secondaria inferiore, e la cucina per la preparazione dei pasti di tutti gli alunni. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui