RAVENNA. Truffa nel commercio delle auto tra Ravenna e Brescia, eseguite 25 misure cautelari da Polizia e Guardia di finanza; 5 persone sono finite in manette, 7 ai domiciliari o obbligo di firma per le altre. Contestati i reati di associazione a delinquere, truffa e trasferimento fraudolento di valori. Sotto sequestro anche 18 imprese. L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ravenna, ha fatto emergere un’organizzazione composta in prevalenza da rumeni attiva in Romagna e in Lombardia.

Argomenti:

auto

Brescia

ravenna

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *