Smaltimento rifiuti industriali a Ravenna, via alle osservazioni

RAVENNA – I cittadini, gli enti locali e le associazioni hanno un mese per presentare le proprie osservazioni sul progetto Eni-Hera che prevede il trattamento di rifiuti industriali, con una capacità di 60mila tonnellate annue. L’iter autorizzativo è stato avviato alla fine dello scorso anno ma gli enti locali hanno chiesto alcune integrazioni, arrivate nei giorni scorsi. Il 14 aprile è partita la fase forse più importante dell’intero iter burocratico: quello in cui i cittadini, visto il progetto, possono presentare la proprie osservazioni e richieste di chiarimenti. C’è tempo fino al 14 maggio. La piattaforma di smaltimento di rifiuti sarà costruita su una porzione del sito “Ponticelle” di proprietà del Cane a sei zampe.

Arpae classifica il progetto come “impianto di smaltimento e recupero di rifiuti non pericolosi, con capacità complessiva superiore a 10 tonnellate al giorno”. La parte principale del progetto che sarà sottoposto alla valutazione di impatto ambientale è l’mpianto di recupero di rifiuti non pericolosi che prevede due linee di trattamento. Una riguarderà i rifiuti costituiti da materiali di risulta contaminati da idrocarburi. L’altra sarà una linea di solo trattamento meccanico di rifiuti costituiti da materiali di risulta non contaminati che potranno essere riutilizzati. Tale impianto, finalizzato al recupero di rifiuti non pericolosi, costituiti da materiali di risulta da sottoporre a solo trattamento meccanico o a trattamento meccanico e biologico. Tale impianto avrà una capacità di trattamento di 80.000 tonnellate annue di rifiuti non pericolosi, di cui al massimo 60.000 saranno costituite da rifiuti contaminati da idrocarburi da sottoporre a trattamento meccanico e biologico.

Ci sarà anche un bio laboratorio per analizzare i rifiuti conferiti che, secondo quanto annunciato, arriveranno anche dal comparto industriale ravennate. La Piattaforma si estenderà su una superficie di circa 7,2 ettari. L’area è localizzata tra l’area portuale Ravenna e l’area artigianale Bassette. I dettagli del progetto per le relative osservazioni possono essere visionati in Regione, negli uffici Arpae (in piazza dei Caduti, nella sede della Provincia) e negli uffici del Comune in piazzale Farini 21.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui