Slow Food Godo nei vigneti biodinamici di Paolo Francesconi

Continuano le visite a conoscere i produttori romagnoli del vino organizzate dalle Condotte Slow Food Godo-Bassa Romagna e Faenza-Brisighella. L’idea è quella di mettere a diretto contatto il produttore col consumatore, in modo da poter conoscere e approfondire il legame antico che c’è tra il bicchiere e la terra, attraverso il racconto diretto del lavoro in vigna e in cantina. Sabato 19 l’appuntamento, dalle 10.30, è alla cantina Paolo Francesconi (via Tuliero, 154 Località Sarna a Faenza). Paolo Francesconi negli anni è diventato un punto di riferimento per la vitivinicoltura romagnola. Coltiva le sue vigne in biologico dagli esordi, cioè dal 1992 quando ha rilevato l’azienda dal nonno, mentre dal 2002 si è dedicato alla biodinamica. La cantina è a Marzeno, dove la pianura comincia ad alzarsi, i terreni sono di matrice alluvionale con molti sedimenti e qui crescono le vine di autoctoni romagnoli, tra cui le vecchie viti di albana ancora coltivate con il sistema della pergola romagnola. Per l’occasione sono proposti in degustazione 7 dei vini dell’azienda: Trebbiano IGT 2020, Luna Nuova 2017 trebbiano romagnolo, Vite in Fiore 2020 albana, Arcaica 2017 albana, Sangiovese rosato IGT 2020, Sangiovese IGT 2020, Limbecca 2016 sangiovese superiore. Il tutto supportato da companatico e da una piacevole, gustosa e stagionale sorpresa finale: le sue ottime ciliegie. Sono disponibili 20 posti, le prenotazioni si raccolgono entro mercoledì 16 giugno. Costo 15 euro per i Soci Slow Food e 18 per gli amici non soci; durante la visita sarà possibile acquistare i vini dell’Azienda a prezzi vantaggiosi. si prenota sui siti della Condotta di Godo. Info: slowfoodbassaromagna@gmail.com

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui