SAVIGNANO. Riparati i danni dopo la doppia spaccata in due negozi, arriva la solidarietà e il plauso del primo cittadino: «Bravi i commercianti che investono sulla sicurezza, come l’amministrazione investe sul controllo del territorio».

La doppia spaccata

Ieri è stato il giorno dello sgomento, dopo che due negozi posti l’uno a pochi metri dall’altro, nella notte precedente, all’1,35, sono stati vittime dell’aggressione di un quartetto di malviventi con un un quinto ceffo come palo. Entrambi gli esercizi avevano il nebbiogeno e in un caso i malviventi hanno creato solo danni e in un altro sono riusciti ad abbattere una porta a vetri e a entrare, ma l’immediata entrata in funzione dei due nebbiogeni li ha costretti a prendere precipitosamente gli occhiali in vetrina e a darsi alla fuga. Il sistema del nebbiogeno, infatti, scatta in caso di effrazione e in pochi secondi ricopre la stanza di una nebbiolina fitta.

Così nella tabaccheria a unica vetrata i malviventi con le mazze hanno “solo” rovinato il vetro antisfondamento, e poi vedendo che all’interno tutto scompariva alla loro vista hanno desistito e si sono spostati di qualche metro nel negozio degli occhiali. In questo caso la superficie vetrata era più ampia e con due mazze hanno creato un varco nel negozio di ottica-occhialeria. I filmati delle telecamere hanno ripreso i 4 malviventi incappucciati e l’auto ripartita a gran carriera con uno sportello aperto, segno che dovevano caricare poco dopo un quinto elemento che operava come palo. Tanta fatica per un bottino limitato da dividere in 5

Negozi già riparati

Nella giornata di ieri entrambe le attività hanno provveduto a sostituire i vetri danneggiati e sono tornate alla normale attività, senza dover ricorrere alla vigilanza notturna all’interno dei negozi. Restano comunque i danni subiti, quantificabili in circa 1.500 euro per la tabaccheria Calandrini e in qualche migliaio di euro in più per l’ottica Eclissi. Visto che entrambi sono alla seconda violazione notturna, nell’arco di un paio d’anni, è comprensibile anche lo sfogo che: «episodi come questi ti fanno passare la voglia di gestire un’attività commerciale».

Il sindaco

I furti sono all’ordine del giorno un po’ da tutte le parti e nella stessa nottata hanno avuto luogo colpi simili anche a Cesena e a Cesenatico. «Assistiamo a una ripresa del fenomeno con episodi a Savignano, San Mauro e Cesenatico – afferma il sindaco Filippo Giovannini – Sono vicino ai commercianti che sono rimasti vittime della doppia aggressione notturna alle loro attività. Come amministrazione comunale posso confermare che il progetto delle videosorveglianza sta procedendo. Dopo avere installato una dozzina di telecamere in città, ora stiamo progettando di aggiungerne altre sedici, ossia due per ognuno degli otto quartieri della città. Poi con la polizia locale e le forze dell’ordine teniamo alta l’attenzione.

La vigilanza notturna del territorio pure si sta rafforzando. Ma è chiaro che tenere monitorato il territorio non basta. Ringrazio, nell’occasione, tutti quei commercianti che si sono dotati di sistemi di protezione passiva e di moderna tecnologia come i nebbiogeni. In questo caso s’è visto chiaramente quanto sia più difficile portare a termine i saccheggi delle attività, visto che in un caso non è nemmeno iniziata la razzia e nell’altro è stata comunque solo parziale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *