Si possono sempre condividere le foto su Facebook o si rischiano guai? Il corso di un giurista cesenate

Di recente l’Esecutivo ha approvato la direttiva 790/2019 che ha disciplinato in maniera organica l’utilizzo delle tecnologie digitale nei settori della ricerca, dell’innovazione, dell’istruzione e della conservazione del patrimonio culturale. Il nuovo decreto introduce una serie di norme di fondamentale importanza per gli enti pubblici e privati impegnati nel settore culturale e dell’informazione, affrontando anche la protezione delle opere giornalistiche e delle banche dati.

Vengono previste nuove eccezioni e nuove limitazioni per gli operatori culturali e si offre una disciplina articolata a favore di istituti di tutela del patrimonio culturale e organismi di ricerca. Inoltre, per la prima volta nel nostro ordinamento, viene affrontata la questione relativa al riconoscimento di un fair use in ambito scolastico, consentendo alcuni usi liberi nel settore dell’insegnamento.

L’Accademia Europea, ente di formazione con sede in Romagna, ha deciso di attivare un corso on line dedicato alle importanti modifiche alla disciplina nazionale. Il corso, che si terrà in modalità telematica, ha l’obiettivo di fornire un inquadramento completo della riforma e di offrire strumenti operativi e soluzioni tecniche a favore dei soggetti coinvolti dalle novità normative. La direzione scientifica dell’iniziativa, che vede la partecipazione di alcuni dei maggiori esperti del settore, è stata affidata al giurista cesena Andrea Sirotti Gaudenzi.

Sirotti Gaudenzi, che attualmente insegna in un Master dedicato a queste materie presso l’Università Sapienza di Roma e dirige il Master dedicato a diritto e arte per l’editore internazionale Wolters Kluwer, ha al suo attivo centinaia di pubblicazioni e ha di recente vinto il premio letterario al Festival di Spoleto per lasua intensa attività letteraria.

Cosa si può pubblicare in rete? È sempre possibile “condividere” immagini in Facebook? Quando è consentito far valere il diritto alla privacy di fronte alla pubblicazione di una foto? È ammessa la duplicazione di programmi per elaboratore e delle banche dati? Cosa si rischia se si “copia e incolla” il testo o l’immagine che appartengono ad altri? Cosa è lecito riprodurre a scuola e nei musei? A queste e ad altri quesiti verranno date risposte durante il corso, che avrà inizio martedì 14 febbraio.

Per informazioni: www.accademiaeuropea.net – . Tel. 0543 1981501

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui