Shoah, il Cesena calcio omaggia l’allenatore ebreo ungherese Arpad Weisz

I giocatori del Cesena, accompagnati dal mister William Viali, dal Ds Alfio Pelliccioni e dal Presidente Corrado Augusto Patrignani, hanno visitato questa mattina la mostra che alla Galleria Pescheria ripercorre la storia dell’allenatore ungherese ebreo Arpad Weisz, vincitore di uno scudetto con l’Inter (1930) e di due con il Bologna (1936 e 1937), che fu allontanato dall’Italia nel 1938 per le leggi razziali scomparendo insieme alla famiglia ad Auschwitz nel 1944. La squadra ha donato al Sindaco Enzo Lattuca e all’Assessore allo Sport Christian Castorri una maglia del Cesena con il nome di Arpad Weisz e con il numero 18.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui