SGB Ravenna: condanna per dumping contrattuale negli appalti di Hera

 La cooperativa sociale Lo Stelo e il Consorzio Formula Ambiente dovranno riconoscere oltre 41.000 euro di differenze retributive ad un dipendente, addetto alla raccolta dei rifiuti sul territorio di Cervia, un servizio degli appalti di Hera.    Così ha stabilito il Giudice del Lavoro del Tribunale di Ravenna con sentenza depositata nella giornata di ieri, 7 giugno.   Come sostenuto da SGB nell’atto di costituzione in mora inviata alla Coop. Lo Stelo nel 2019, il Giudice ha accertato che al lavoratore doveva essere applicato il CCNL dell’Igiene Ambientale e non quello delle Cooperative Sociali, con un riconoscimento di “un minimo salariale nettamente maggiore” rispetto quello corrisposto dalla cooperativa. Una evidente violazione dell’art.36 della Costituzione (sulla
“giusta” retribuzione), “posto che – recita la sentenza – il ricorrente vanta differenze retributive di  circa 8.000,00 euro annui, cifra assolutamente considerevole, pari a circa il 30 % della retribuzione che gli era dovuta”.     Nella decisione il Giudice richiama non solo l’esigenza di riconoscere la “giusta” retribuzione al lavoratore, ma anche la necessità di “contrastare forme di competizione salariale al ribasso”, che nel caso in esame si qualificava come un “dumping contrattuale e
sociale di consistenti dimensioni”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui