CERVIA. Prima l’avrebbe palpeggiata dopo averla incontrata lungo la strada. Poi, in un impeto di violenza, l’avrebbe caricata a forza sulla sua bicicletta per costringerla a subire atti sessuali. È un episodio sconcertante quello avvenuto intorno alle 20 di lunedì sera a Cervia aggravato dal fatto che la vittima è una donna disabile 40enne. In manette è finito un 36enne originario di Ivrea, residente a Riccione ma domiciliato a Cervia e già noto alle forze dell’ordine per diversi episodi di spaccio di droga. I carabinieri lo hanno arrestato in flagranza di reato e ora si trova trattenuto in camera di sicurezza. L’uomo – difeso dall’avvocato Riario Fabbri del foro di Rimini – al momento è accusato di violenza sessuale, sequestro di persona e lesioni personali.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

cervia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *