Semprini: mi sarebbe piaciuto l’Auditorium

Lorenzo Semprini è il rocker riminese che ha suonato sul palco con Bruce Springsteen. E che organizza in onore del Boss i “Glory days”, kermesse springsteeniana ormai famosa in tutta Europa (nel 2020 non si è svolta causa pandemia). Semprini è uno di quelli a cui lo spettacolo dal vivo manca di più: «E non solo come musicista, ma anche come spettatore. Mi sento come mutilato».
Quest’anno Lorenzo terminerà di incidere il suo nuovo disco solista che uscirà nel 2022, mentre con la sua band, Miami & the Groovers, stanno studiando nuovo materiale da proporre dal vivo, non appena si potrà ricominciare a suonare nei club e nelle piazze.
Su Rimini capitale della cultura è certamente d’accordo, ma «sono amareggiato – dice – perché abbiamo visto la considerazione che la cultura ha in questo Paese. Rimini lo meriterebbe per il suo giusto mix tra cultura artistica, cinematografica, musicale. C’è un fervore che si sente, anche se nei decenni passati l’intrattenimento ha avuto la parte predominante, forse troppo. Però negli anni si sono sviluppate tante iniziative anche alte e la pubblica amministrazione ha fatto bene».
Al 2024 mancano tre anni: «La situazione è difficile, bisogna puntare su quelle iniziative che già esistono da tanto tempo e cercare di valorizzarle al massimo, insieme ad altri eventi, ai luoghi e gli stessi protagonisti, i soggetti. Oggi che è tutto chiuso, è bello pensare che questo possa essere l’inizio di un viaggio per far conoscere la cultura della nostra città».
«Peccato – aggiunge Semprini – che in passato si siano perse occasioni come quella dell’Auditorium: la proposta della musica e della performance dal vivo ha avuto poco ascolto, e questo in un Paese dove i luoghi costruiti appositamente per la musica dal vivo sono pochissimi e bisogna adattarsi in stadi e palazzetti. Saremmo stati tra i pochi in Italia ad averne uno e certamente i migliori dal punto di vista della posizione geografica e dell’accoglienza. Ma si fa sempre in tempo a rimediare, no? Questa potrebbe essere una proposta che ci distinguerebbe dagli altri». SA.BA.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui